Castel Maggiore, azienda Gea a rischio: lavoratori in sciopero al passaggio del Giro d'Italia

Durante il passaggio di una tappada Via Matteotti

Sciopero GEA - Foto Fiom

Impiegati e operai della multinazionale della refrigerazione, Gea di Castel Maggiore, ancora in stato di agitazione. Dopo le 4 ore di sciopero del 17 maggio, la RSU Fiom-Cgil ha deliberato un altro fermo per il 21 maggio per chiedere di rispettare gli impegni e rilanciare il sito. 

La GEA per il sindacato "non rispetta gli accordi presi e, a dispetto dell’impegno formalizzato lo scorso febbraio a
rilanciare lo stabilimento di Castelmaggiore, lo mette a rischio di dismissione". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo sciopero si terrà quindi martedì 21 maggio dalle ore 13.00 alle ore 17.00 per gli operai e dalle ore 12.30 alle ore 17.30 per gli impiegati, proprio quando ci sarà il passaggio di una tappa del Giro d’Italia da Via Matteotti: "Coglieremo quindi l’occasione per avere visibilità e sensibilizzare l’opinione pubblica. Il concentramento è previsto alle ore 12.30 davanti all’ingresso principale dell’azienda, per poi dirigerci alla rotonda Zona Grattacielo/Burger King, dove 
stazioneremo con striscioni e bandiere" fa sapere la Fiom. 

Il Giro d'Italia torna nel bolognese: tutte le info 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

Torna su
BolognaToday è in caricamento