Sciopero alla Granarolo, i sindacati: 'Chiude un reparto, accordi violati'

L'annunciato riassetto delle mansioni dentro lo stabilimento alle porte di Cadriano non sarebbe stato rispettato nei suoi passaggi

Secondo ciclo di sciopero alla Granarolo. Oggi per 4 ore tutti i lavoratori dello stabilimento di Bologna si fermeranno per poter protestare contro il trasferimento di parte della produzione a una azienda controllata dal gruppo in Friuli Venezia Giulia.

Nodo del contendere è la chiusura nel bolognese della sezione dei 'formaggi duri' e il sopracitato trasferimento della lavorazione dello stracchino fuori regione. Per questo, già la settimana scorsa c'erano state tre ore di Fermo e oggi la replica: in tutto il pacchetto di ore di astensione dal lavoro riguarderà 32 ore.

I sindacati ribadiscono, in una nota, che il Gruppo caseario Made in Bo non ha rispettato gli accordi decisi nei mesi precedenti, che prevedevano un riassetto progressivo delle attività produttive dentro lo stabilimento in maniera da salvaguardare in gran parte le capacità produttive e occupazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Saggezza popolare: i proverbi più amati dai bolognesi

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

Torna su
BolognaToday è in caricamento