Gruppo Paritel in crisi: obiettivo "evitare la perdita di realtà così importanti per il nostro territorio"

Del Gruppo fanno parte la IMT di Casalecchio, la Demm di Porretta Terme, la Cevolani di San Lazzaro e la Govoni di Casumaro Cento che complessivamente impiegano circa 600 lavoratori. Primo incontro del Tavolo di Salvaguardia della Città metropolitana

Palazzo Malvezzi

Si è tenuto ieri pomeriggio a Palazzo Malvezzi un primo incontro del Tavolo di Salvaguardia della Città metropolitana di Bologna per le aziende che fanno capo alla holding finanziaria Gruppo Paritel Spa presieduta dall’ing. Luca Peli.

Si tratta della IMT di Casalecchio, la Demm di Porretta Terme, la Cevolani di San Lazzaro e la Govoni di Casumaro Cento che complessivamente impiegano circa 600 lavoratori.
La IMT si trova in procedura di amministrazione straordinaria ministeriale, mentre per le altre aziende è stata presentata a fine maggio scorso domanda di concordato in bianco.

I sindacati hanno illustrato dettagliatamente al Tavolo "la difficile situazione di criticità finanziaria  che stanno affrontando queste aziende che rappresentano importanti e storiche realtà industriali del nostro territorio". Il Tavolo si è concluso con la decisione unanime di organizzare nel breve un incontro con le Istituzioni, il numero uno del Gruppo Paritel, ed il commissario straordinario della IMT, in modo da "poter ragionare congiuntamente in merito a tutte le aziende che fanno parte della Holding e cercare di evitare la perdita di realtà così importanti per il nostro territorio".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Via Varthema, donna trovata morta in casa: è omicidio

    • Cronaca

      Rifiuti al Savena, ancora 12 mesi per sistemare 'calotte'

    • Cronaca

      In taxi con l'eroina, corriere arrestato in via di Saliceto

    • Cronaca

      Intascava caparre di affitti fittizi, 35enne allontanata da Bologna

    I più letti della settimana

    • Lamborghini, intesa azienda-sindacati: nuovo stabilimento, 200 assunzioni

    • Esuberi annunciati: soccorritori e autisti delle ambulanze incrociano le braccia

    • Imprese a rischio: a Bologna 500 posti di lavoro in meno nei prossimi sei mesi

      Torna su
      BolognaToday è in caricamento