Gruppo Camst rinnova la sua brand identity

Al centro dell’operazione ci sono il processo di internazionalizzazione e la diversificazione con il rafforzamento nel settore del facility management

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Bologna, 5 novembre 2019 – Una nuova immagine, ispirata alla diversificazione delle attività e alla dimensione internazionale: il Gruppo Camst, azienda italiana del settore della ristorazione e dei facility services con un fatturato di 784 milioni di euro e oltre 15mila dipendenti, rinnova il proprio brand con un nuovo logo e un restyling del sito. “Il Gruppo ha conosciuto negli ultimi anni una crescita importante e una diversificazione dei servizi: la nuova brand identity è stata la conseguenza naturale di questa evoluzione – dichiara Francesco Malaguti, Presidente di Camst. Al centro c’è la rappresentazione della strategia di Camst, orientata a offrire servizi sempre più personalizzati e sostenibili, forte di una presenza territoriale solida in Italia e della costante crescita sui mercati esteri. Inoltre – conclude Malaguti - il Gruppo ha saputo crescere affiancando alla classica ristorazione un nuovo ventaglio di prodotti nel settore del facility management, riconfermando una presenza forte sul mercato”. Le attività legate alla realizzazione della nuova brand identity sono stata curate dall’agenzia DLV BBDO. Per il logo, che è stato rivisto nella sua veste grafica, è stato scelto per la scritta il rosso sempre utilizzato dall’azienda, mentre i due punti, nuovo simbolo distintivo, sono uno giallo e uno blu. Il logo è inoltre declinato nei diversi sub brand, realizzati nell’ottica della diversificazione dei servizi offerti dal guppo. Nella declinazione servizi integrati, il blu esprime professionalità e infonde sicurezza. Nella declinazione ristorazione, il giallo, esprime energia, calore e vicinanza. I due punti sono un segno grafico ben riconoscibile che, come noto, in ortografia richiama il tema della spiegazione. Per Camst i due punti servono a introdurre un racconto, quello della sua offerta, del suo passato e del suo futuro a livello nazionale ed europeo e dei molteplici modi in cui l’azienda prende vita. “Più di una scelta”: un payoff forte quello scelto da Camst che, oltre ad esprimere la varietà dell’offerta del Gruppo, sottolinea il suo impegno del dare ogni giorno le migliori risposte ai propri clienti, proponendosi non solo come partner commerciale, ma anche come realtà con cui condividere la dimensione valoriale del lavoro, basata sull’affidabilità e la serietà che derivano dall’esperienza di oltre 70 anni. All’interno dell’operazione di elaborazione della nuova brand identity è stato ripensato anche il sito internet dell’azienda, già online (camstgroup.com). L’homepage evidenzia sin da subito i valori più importanti per Camst, che sono la qualità e il benessere. Il sito si articola per sezioni, distinguendo i servizi che l’azienda offre nel settore della ristorazione e in quello dei facility services e mostrando poi la propria offerta in base ai settori (grandi aziende o PMI, scuole o uffici, ecc.). Grande spazio ha infine la sostenibilità, tema molto caro a Camst, con una sezione ad essa dedicata in cui vengono illustrati i valori e gli obiettivi affiancati alle azioni concrete passate, presenti e future contenute nel bilancio sociale. “Siamo orgogliosi di accompagnare questo grande Gruppo in una fase strategica di rinnovamento e di espansione – dichiara Stefania Siani, Chief Creative Officer DLV BBDO. Una brand identity completamente rinnovata su ogni touchpoint incentrata su un segno grafico forte e distintivo. I due punti protagonisti della nuova immagine sono da sempre usati nella punteggiatura per ampliare e chiarire un tema. Nel caso di Camst per introdurre la propria storia e i suoi nuovi servizi e soluzioni.” CREDITS DLV BBDO Chief Creative Officer: Stefania Siani Creative Directors: Angelo Ratti, Valentina Amenta Head of Design: Luca Anania Visual Designer: Carolina Mauri, Gianluca Carone Digital Designer: Alice Fattore, Marie Line Hindi Art Director: Marco Boldrini Copywriter: Elena Chee UX Lead: Paul Tapia Head of PM: Roberto Nuccio Strategic Planner: Carlo Gea Account Director: Claudio Mapelli Account Executive: Francesca De Vincenzi

Torna su
BolognaToday è in caricamento