Prezzi al consumo, luglio 2013: 'stangata' trasporti e spese per la casa

In aumento affitti e spese condominiali, tariffa dell’energia e della raccolta rifiuti, anche il gasolio da riscaldamento. Ma sono le spese dei trasporti, in testa gli aerei, a registrare la variazione mensile più alta

In aumento affitti e spese condominiali, tariffa dell’energia e della raccolta rifiuti, anche il gasolio da riscaldamento. Ma sono le spese dei trasporti, in testa gli aerei, a registrare la variazione mensile più alta. Così dall'anticipazione dell'indice  dei  prezzi al consumo per la  collettività  relativamente  al  mese  di  luglio  2013, curata dal dipartimento  Programmazione - settore Statistica del Comune di Bologna

Nel dettaglio. A Bologna nel mese di luglio 2013 l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività ha fatto registrare una variazione mensile del -0,3% ed un tasso tendenziale che scende al +1,4% (dati provvisori). Nel mese di giugno 2013 la variazione mensile era risultata del +0,3% e il tasso tendenziale del +1,6% (dati definitivi).

Trasporti
E’ la divisione che registra la variazione mensile più elevata dell’intero indice: +1,1%. In aumento soprattutto i prezzi dei trasporti aerei, marittimi e multimodali, ma anche quelli dei pezzi di ricambio e degli accessori per i mezzi di trasporto, dei carburanti e lubrificanti, delle automobili e degli altri servizi relativi ai mezzi di trasporto. Risultano in calo solo i trasporti ferroviari. Il tasso tendenziale quasi raddoppia, passando dal +1,1% di giugno al +2,1% di luglio.

 Abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili
La divisione fa segnare una variazione mensile del +0,4%. In aumento affitti e spese condominiali, la tariffa dell’energia e della raccolta rifiuti, i prodotti per la riparazione e manutenzione della casa e il gasolio da riscaldamento. In calo la tariffa del gas. Il tasso tendenziale scende dal +1,9 al +1,5%.

Mobili, articoli e servizi per la casa
In aumento i prezzi della cristalleria, stoviglie e utensili domestici, degli articoli tessili per la casa, dei piccoli utensili ed accessori vari e dei beni non durevoli per la casa. +0,1% la variazione mensile e +1% quella annua, in leggera ripresa rispetto al mese di giugno.

 Prodotti alimentari e bevande analcoliche
Questo mese la divisione dell’alimentazione registra una variazione mensile del -1%; nonostante ciò il tasso tendenziale sale leggermente e si porta al +3,6%, risultando il più elevato dell’intero indice.
I cali hanno interessato le classi della "Frutta" (-7,9%), dei "Vegetali" (-4,9%), e dello "Zucchero, confetture, miele, cioccolato e dolciumi" (-0,5%); tra gli aumenti segnaliamo quelli di "Latte, formaggi e uova" (+0,8%) e di "Olii e grassi" (+0,6%).

Bevande alcoliche e tabacchi
In leggero aumento gli alcolici; tuttavia la divisione registra una variazione mensile nulla. Il tasso tendenziale scende ulteriormente e si porta al +1%.

Abbigliamento e calzature
Nulla la variazione mensile, mentre sale leggermente il tasso tendenziale (+1,1%).

Servizi sanitari e spese per la salute
Nulla la variazione mensile e stabile il tasso tendenziale al +0,2%.

Comunicazioni
L’aumento degli apparecchi telefonici e telefax è stato solo in parte compensato dal calo dei servizi di telefonia, facendo registrare alla divisione un tasso mensile del +0,5%. Il tasso tendenziale, pur rimanendo il più basso dell’indice, passa dal -4,6% di giugno al -3,4% per corrente mese di luglio.

Ricreazione, spettacolo e cultura
Tra gli aumenti maggiori segnaliamo quelli dei pacchetti vacanze, dei giochi, giocattoli e hobby, dei servizi ricreativi e sportivi e degli articoli per il giardinaggio, piante e fiori.
Si sono registrate anche diverse diminuzioni, tra le quali segnaliamo quelle dei supporti di registrazione, degli apparecchi fotografici e cinematografici e della riparazione di apparecchi audiovisivi e fotografici. Il tasso mensile risulta pari al +0,5%, quello tendenziale al -0,3%.

Istruzione
Nulla la variazione mensile e stabile al +2,2% il tasso tendenziale.

Servizi ricettivi e di ristorazione
Questo mese è la divisione che fa segnare la variazione mensile più bassa (-2,5%) dovuta al calo dei servizi di alloggio, cui si contrappongono gli aumenti di ristoranti, bar e simili. Il tasso tendenziale scende di un punto percentuale e si porta al +3,3%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altri beni e servizi
I cali della gioielleria e orologeria e delle assicurazioni sui mezzi di trasporto sono stati solo in parte compensati dagli aumenti degli altri effetti personali, degli articoli e prodotti per la cura della persona e degli altri servizi non altrove classificabili. Il tasso mensile risulta pari al -0,5% e quello tendenziale scende al -0,1%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento