Sciopero La Perla: adesione 100% e il 2 luglio si replica

Lavoratrici e lavoratori il 2 luglio davanti alla sede della Regione, in contemporanea con il tavolo di crisi aperto in viale Aldo Moro

Adesione del 100% allo sciopero di oggi 1° luglio per i lavoratori e le lavoratrici de La Perla, dopo l'annuncio da parte dell'azienda di lingerie di lusso di almeno 100 esuberi.

Il fermo ha riguardato l'interno turno di lavoro ed era stato indetto da Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil di Bologna. Protesta e presidio continueranno il 2 luglio alle 14 (e non più alle 16) davanti alla sede della Regione Emilia-Romagna, in contemporanea con il tavolo di crisi aperto in viale Aldo Moro.

Secondo i sindacati, una riduzione di tale portata "metterebbe a rischio la continuità produttiva del sito di Bologna,impoverendo il bagaglio professionale che ha reso La Perla il marchio riconosciuto in tutto il mondo".

Gli ultimi anni, dopo la cessione della famiglia Masotti al fondo californiano Jh Partners, le crisi e i licenziamenti si sono susseguiti fino all’arrivo di Silvio Scaglia, vincitore dell’asta presso la sezione fallimentare del Tribunale civile di Bologna che aveva visto ‘gareggiare’ anche Calzedonia e gli israeliani di Delta Galil Industries.

Esuberi a La Perla, oltre 100 posti a rischio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento