Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La Perla, si torna a scioperare: "Donne sull'orlo di una crisi, non molliamo"

Le manifestanti, con striscioni e cartelli che ricordano la crisi aziendale, in presidio davanti all'Assessorato regionale alle Attivita' produttive

 

"Donne sull'orlo di una crisi". Così recita uno dei cartelli preparati in occasione del nuovo sciopero e presidio delle lavoratrici del gruppo La Perla.

La mobilitazione è stata promossa da Rsu, Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec Uil di Bologna in occasione del tavolo di crisi convocato dopo l'annuncio degli esuberi da parte dell'azienda.

Le manifestanti - munite di striscioni, fischietti e intonando cori per ricordare la crisi aziendale - si sono radunate alle 14 davanti all'Assessorato regionale alle Attività produttive, in viale Aldo Moro.

Esuberi "La Perla"

Un esubero di personale di 100/120 unità. Così ha fatto sapere nei giorni scorsi la direzione della storica azienda di lingerie.

A una settimana fa risale invece l’incontro tra i delegati di CGIL, CILS e UIl e la direzione per avere aggiornamenti sull’andamento aziendale. "Nell’illustrare alcune scelte di strategia industriale per il rilancio del brand e di riduzione dei costi -  come riferito dai sindacati - l'azienda ha comunicato l’intenzione di procedere a dichiarare un esubero di personale, impiegato nel sito di Bologna, pari a 100/120 unità". Secondo i sindacati, una riduzione di tale portata "metterebbe a rischio la continuità produttiva del sito di Bologna,impoverendo il bagaglio professionale che ha reso La Perla il marchio riconosciuto in tutto il mondo".

Nell’assemblea tenutasi subito dopo l’incontro è stato dichiarato lo stato di agitazione e un pacchetto di 16 ore di sciopero, nel quale si inserisce la mobilitazione odierna.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento