Lavoro, "E' caccia ai diplomati e laureati in discipline tecniche"

L'INTERVISTA. Matteo Naldi, Lavoropiù: "L’economia cresce ma c'è il rovescio della medaglia. Importante scrivere bene il CV. Oggi 200 candidati incontreranno più di 40 aziende leader di mercato"

Matteo Naldi

A cavallo delle elezioni (il 26 maggio si vota per le Europee) il tema del lavoro è centrale, soprattutto con il via al reddito di cittadinanza (comprese le figure dei tutor) che tanto ha fatto e sta facendo discutere: ma qual è ad oggi la situazione nel nostro territorio? Lavoro ce n'è? Quali sono le professioni più ricercate? 

Una panoramica reale e focalizzata sulla nostra area ce la da Matteo Naldi, Direttore Marketing di Lavoropiù SpA, agenzia per il lavoro tutta bolognese che fra l'altro proprio per oggi ha in programma un career day allo Stadio Dall'Ara, eventi che rappresentano importanti occasioni di incontro tra domanda e offerta: «Gli imprenditori del settore metalmeccanico e manufatturiero sono letteralmente a caccia di neo diplomati e neo laureati in discipline tecniche, meccaniche, informatiche ed elettroniche. L’evoluzione del mondo del lavoro procede ad un ritmo senza precedenti e soprattutto negli ultimi anni si sta verificando un inarrestabile processo di polarizzazione: territori con un grande eccesso di candidati e territori con una grande carenza di candidati. In particolare, Il mercato di Bologna è ormai saturo e le iscrizioni alle scuole tecniche sono in diminuzione».

Intanto dunque quali sono i profili professionali più ricercati a Bologna e provincia? «Gli imprenditori del settore metalmeccanico e manifatturiero sono letteralmente a caccia di neo diplomati e neo laureati in discipline tecniche, meccaniche, informatiche ed elettroniche. L’economia in Emilia-Romagna è in forte ripresa e le aziende continuano a crescere sia in termini economici sia in termini di investimenti. Questa è, in assoluto, un’ottima notizia. Il rovescio della medaglia è però rappresentato da un grave mismatch tra domanda e offerta di lavoro. Per colmare questo grave gap tra domanda e offerta di competenze tecniche abbiamo lanciato la terza edizione del nostro Career Day IMT - Industry Meets Talent che favorirà, come per le scorse edizioni, l’incontro tra 200 candidati provenienti dal centro sud Italia e più di 40 aziende leader di mercato. L’edizione del 2018 ha permesso al 74% dei candidati di trovare un lavoro. Questo per noi è stato un successo straordinario che ci ha spinto a replicare ancora una volta l’evento». 

Tre caratteristiche chiave che deve avere il curriculum perfetto? «Le parole d’ordine per creare un curriculum perfetto sono: cura, precisione, personalizzazione. Un ottimo trucco per attirare l’attenzione del selezionatore è quello di partire dall’annuncio di lavoro per cui ci si vuole candidare ed evidenziare all’interno del curriculum quanto è in linea con le abilità richieste. E’ utile menzionare le proprie competenze e la conoscenza di strumenti che possono essere sfruttate anche nel ruolo per cui ci si candida». 

Il profilo degli iscritti alla vostra agenzia: età, livello di scolarizzazione...«La nostra banca dati è assolutamente variegata, sia in termini di età, sia in termini di scolarizzazione: dal neo diplomato alla ricerca di una prima occasione di lavoro all’ingegnere skillato.  Non mancano le figure professionali di top management o specializzate in determinati settori quali l’agricoltura, il farmaceutico, la moda, la ristorazione, la grande distribuzione, la sanità e l’ICT. Ambiti nei quali operiamo con divisioni specialistiche capaci di conoscere e interpretare in maniera approfondita tutte le esigenze tipiche di questi settori».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le insidie della rete...annunci in bacheche e sui social...quale il livello di affidabilità/sicurezza/serietà di queste proposte di lavoro, quali i rischi per chi cerca? «Oggi per molte aziende e Agenzie per il lavoro è inevitabile e indispensabile affidarsi al recruiting online, anche e soprattutto attraverso Linkedin. Nella Rete, accanto a soggetti pienamente rispettosi delle regole, si annidano alcune insidie, il nostro consiglio è quello di fare ricerche approfondite sulla attendibilità dell'Azienda, sito e dell’annuncio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento