giovedì, 23 ottobre 10℃

Mini-Imu, mani ai portafogli: 'Nessuna proroga, pagamento entro il 24 gennaio'

Così avvisa la vicesindaco Giannini, dicendo che procedere con una delibera per posticipare il versamento '"potrebbe creare ai contribuenti più problemi di quanti ne risolve, perchè ..."

Redazione 10 gennaio 2014
2

I bolognesi dovranno mettere mano ai portafogli, subito. Niente proroga, come inizialmente ipotizzato, per il pagamento della 'Mini-Imu'. Bisognerà saldare entro e non oltre il 24 gennaio. Lo annuncia la vicesindaco Silvia Giannini, che spiega poi in conferenza stampa tutti i dettagli sul calcolo e il versamento della tassa comunale (qui il CALCOLO DELLA MINI-IMU E LE MODALITA' DI PAGAMENTO).

"Dopo approfondimenti  con  gli  uffici  comunali e l'Anci, - comunica una nota da Palazzo D'Accursio -  non ci risulta possibile spostare la data di pagamento della mini-IMU oltre al termine del 24  gennaio  fissato  dalla legge di stabilità nazionale".

Annuncio promozionale

A quanto pare posticipare il pagamento con una  delibera  comunale "potrebbe creare ai contribuenti più problemi  di  quanti  ne  risolve",  in  quanto - specifica la vicesindaco - "la delibera potrebbe essere impugnata  dal  Ministero  dell'Economia e, a normativa vigente, parziali o tardivi  pagamenti  rispetto  alla  data  del  24  gennaio  sono soggetti a sanzioni".
Non resta che attendere poche ore per ulteriori delucidazioni in merito. Oggi, attraverso una conferenza stampa l'Amministrazione comunale fornirà tutti i dettagli per poter "venire  incontro  alle  esigenze  informative  dei contribuenti". "Purtroppo - chiosa Giannini - nonostante  la  pressione  diretta  e continua dei Sindaci e dell'Anci,  il governo  non  ha  mantenuto  gli  impegni  presi  e ha scaricato sui Comuni l'onere di prelevare la mini-IMU 2013 entro il 24 gennaio 2014".

Silvia Giannini
casa
imu
mini imu
tasse

2 Commenti

Feed
  • Avatar di Guido Pini

    Guido Pini Non ci eravamo fatti illussioni....

    venerdì, 10 gennaio
  • Avatar anonimo di alberto

    alberto Merola lasci stare il patto di stabilità incominci a licenziare il 60% dei dipendenti comunali vergognatevi dobbiamo pagare le tasse per mantenere 3 milioni di dipendenti statali incapaci

    venerdì, 10 gennaio