Lavoro per oltre 19mila posti, le aziende bolognesi alla ricerca di personale

Ma solo un su tre sarà a tempo indeterminato. Il dato emerge da un ricerca della Camera di commercio

Le imprese bolognesi hanno bisogno di reclutare, nel giro di due mesi, 19.900 persone. Tante infatti sono quelle che si cercheranno tra gennaio e il prossimo febbraio. Se poi si allarga lo sguardo fino allo scorso dicembre, quando erano programmate 6.650 entrate, si arriva a conteggiare un totale di 26.500 opportunità di lavoro nel trimestre.

La cifra emerge dalle indagini della Camera di commercio di Bologna nell'ambito di Excelsior, sistema informativo che monitora le previsioni occupazioni delle imprese in Italia, realizzato da Unioncamere e Anpal. Cercano soprattutto le aziende con meno di 50 dipendenti, ma le 'grandi' offrono mediamente un maggiori numero di posizioni. In numeri assoluti si tratta, per quanto riguarda i settori principali, di 5.170 richieste nell'industria manifatturiera, 5.290 nei servizi alle imprese, 3.030 nei servizi di alloggio e ristorazione, 2.800 nel commercio, 2.500 nei servizi alle persone, 1.130 nelle costruzioni.

Il contratto a tempo indeterminato verrà proposto mediamente nel 35% dei casi. L'analisi della Camera di commercio dice anche che "Bologna spicca in Italia" nella ricerca di persone ad elevata specializzazione: il 30% delle entrate è previsto per figure high skill (dirigenti, specialisti e tecnici), rispetto ad un media italiana del 20%.

Ma si evidenzia anche la "difficoltà delle imprese nel trovare la figura desiderata: per poco meno del 40% delle posizioni le imprese sono rassegnate a dover affrontare una lunga ricerca prima di trovare la persona giusta da inserire in azienda. Questa percentuale è a livello nazionale largamente inferiore al 30%"

Un altro aspetto particolare che riguarda la dimanica di reclutamento di personale a Bologna, in base alle tabelle elaborate dalla Camera di commercio, è la ricerca di giovani (il 36% di posti è destinato a under 30, percentuale superiore di sei punti percentuali rispetto alla media italiana) e di laureati (a loro è riservato il 23% delle offerte, rispetto ad una media italiana che si ferma al 13%). (Mac/ Dire) 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Incidente a Budrio: schianto tra auto alla Riccardina

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

Torna su
BolognaToday è in caricamento