Piquadro, vendite in crescita: dopo Parigi e Firenze, sbarca in Cina e Versilia

In tutto circa 100 boutique per il marchio bolognese quotato in borsa: fatturato 2012-13 pari a 56,3 milioni di euro con un utile netto consolidato di 3,2 milioni di euro

Firenze, Venezia e ora anche Forte dei Marmi: la casa bolognese di pelletteria tech-design incrementa ancora la sua visibilità con vetrine nelle città italiane più amate dal turismo internazionale.

Tre location di grande flusso: la boutique di Venezia è situata alle Mercerie del Capitello, la principale via che collega San Marco alla zona di Rialto mentre il punto vendita di Firenze si trova in via Calimala, a 3 minuti da Piazza della Signoria e dagli Uffizi. A queste due prestigiose città, oggi si aggiunge il negozio Piquadro a Forte dei Marmi, nella centralissima via Mazzini, accanto alle boutique delle più prestigiose firme, del luogo di villeggiatura preferito dal jet set nordeuropeo.  

Dopo l’inaugurazione della boutique in rue Saint Honoré a  Parigi, prosegue quindi la strategia di sviluppo del retail, incremento anche della presenza in Asia con l’imminente apertura all’interno del grandioso China World Mall di Pechino e in altre due città cinesi.

«L’apertura della boutique di Forte dei Marmi si inserisce all’interno di una consistente strategia di espansione retail attraverso monomarca che sta dando soddisfacenti risultati» commenta Marco Palmieri, Presidente e Amministratore Delegato di Piquadro. «Le vendite in crescita like for like nei negozi di proprietà dimostrano la validità della scelta di allocare ingenti risorse sul retail diretto. Inoltre, aperture in città come Parigi, Firenze, Venezia e appunto Forte dei Marmi contribuiscono significativamente alla visibilità del marchio a livello internazionale e quindi allo sviluppo della notorietà e dell’immagine di Piquadro al livello globale».

Il flagship toscano è stato progettato dall’architetto Karim Azzabi che è anche autore della futuristica sede Piquadro a Gaggio Montano dove vengono svolte le fasi di design, progettazione, pianificazione, acquisti, controllo qualità, logistica, marketing, comunicazione e distribuzione.

I NUMERI. Piquadro vende i suoi prodotti in oltre 50 paesi nel mondo attraverso una rete distributiva che include circa 100 boutique a insegna Piquadro. Il fatturato consolidato del Gruppo, relativo all’esercizio 2012-13 chiuso al 31/03/13, è stato pari a 56,3  milioni di euro con un utile netto consolidato di 3,2 milioni di euro. Dall’ottobre 2007 Piquadro è quotata alla Borsa Italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento