Usb, vs il Governo a suon di 'renzini': 'Distribuiremo banconote da 80 euro, false come le promesse del Premier'

Così a simboleggiare che “i lavoratori non si fanno incantare dalla trovata degli 80 euro in busta paga". Domani giornata di mobilitazone vs "il massacro del lavoro pubblico", la difesa di servizi e welfare e la stabilizzazione di precari

'Renzini', banconote finte da 80 euro, in distribuzione per le vie di Bologna. E' l'iniziativa dell’USB Pubblico Impiego, che ha indetto per domani, 14 maggio, una giornata di mobilitazione nazionale contro "la spending review ed il massacro del lavoro pubblico, per la difesa di servizi e welfare, per lo sblocco dei contratti pubblici, per la stabilizzazione di precarie e precari".

I lavoratori pubblici risponderanno così alla proposta di riforma della Pubblica Amministrazione targata Renzi-Madia, che "smantella ulteriormente i servizi, ed alla lettera loro inviata, dove di tutto si parla meno che dei diritti e del salario”, come denuncua Daniela Mencarelli, dell’Esecutivo Nazionale USB di Pubblico Impiego. Prosegue Mencarelli: “E’ estremamente significativo che per Matteo e Marianna quel ‘cambiamento che  comincia delle persone’ passi attraverso la mobilità coatta, la chiusura degli uffici, il demansionamento, la precarietà a vita e stipendi fermi ormai al 2009. La loro riforma, nonostante la presunta modernità del battage pubblicitario che la circonda,  non ha nulla di nuovo e si nutre, ancora una volta,  del  taglio dei servizi alla cittadinanza e dei  risparmi sui diritti e sui salari dei lavoratori pubblici”.

E allora i "renzini", finte banconote da 80 euro, saranno distribuite nel capoluogo felsineo, come in diverse città italiane, per simboleggiare che “i lavoratori pubblici non si fanno incantare dalla trovata degli 80 Euro in busta paga – come aggiunge la dirigente USB P.I. - per questo domani nelle piazze italiane verrà distribuita la nuova banconota coniata da USB, fasulla come le promesse elettorali del premier”.

“Vogliamo fare sul serio, ci dicono  Matteo e Marianna. Molto più seria - conclude Mencarelli - sarà la risposta dei lavoratori. A partire da domani, fino ad arrivare allo sciopero generale di tutta la categoria previsto per giugno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • Furto nella notte: ricco bottino dei ladri nell'azienda in fallimento

Torna su
BolognaToday è in caricamento