Rifiuti, la raccolta differenziata sale nel bolognese

Dati diffusi da Hera: raccolta procapite a 310 Kg, impiegate 8500 persone per 4 miliardi di euro di fatturato

Nel territorio di Bologna la raccolta differnziata cresce e passa dal 54,2% del 2016 al 55,8% del 2017, con una raccolta procapite di 310 kg per abitante che si avvale anche di 23 centri di raccolta. Secondo i dati forniti da Hera nel bolognese dallag estione rifiuti si muovono 4 miliardi di euro, con attività collegate alla prima destinazione e al recupero dei rifiuti che danno lavoro, attraverso 38 impianti e 35 aziende, a circa 8.500 persone.

Rifiuti, aumenta la differenziata, ma è ancora rebus sulla tariffa puntuale

L’andamento della raccolta differenziata a Bologna è dunque in ascesa continua dal 2013, quando si attestava al 39,2%. Nel 2014 si è passati al 40,9%, nel 2015 al 44,9%, nel 2016 al 45,9%. L’anno scorso la media è stata del 48,2% per poi salire al 50,6% nei primi sei mesi di quest’anno. A giugno si è toccata quota 51,2%, una media che consolida definitivamente l’andamento positivo. Il centro storico fa anche meglio e il salto è notevole: dal 25,5% del 2013 si è passati al 50,1% del 2017. I primi sei mesi del 2018 restituiscono una media del 58,4% e nel solo mese di giugno dentro le mura la raccolta differenziata è al 61,4%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento