Trenkwalder, stipendi non pagati e serrande giù: "Dicono problemi tecnici, ma si teme"

Lavoratori preoccupati, spiega Felsa Cisl Emilia-Romagna: "Nei nostri uffici si sono presentate 35/40 persone e molte aziende utilizzatrici non ricevono risposte a proposito dei pagamenti dei lavoratori impiegati nelle loro aziende"

Il job center "Trenkwalder", agenzia interinale con sede anche a Bologna, non paga gli stipendi e da un giorno all'altro serrande giù nelle sue sedi. Sia i dipendenti diretti che quelli derivanti dai contratti di somministrazione con le aziende sono in uno stato di limbo da ieri, quando arrivando nella loro sede, hanno trovato le porte chiuse e la serranda abbassata.

E' forte la preoccupazione dei sindacati Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp Uil per quella che definiscono una grave situazione di criticità che coinvolge tutta la regione, visto che la sede centrale della Trenkwalder Italia (acquisita nel 2011 da un buyer italiano) è modenese con tante filiali sparse poi nel nostro territorio, compresa la bolognese di Viale Masini. 
"I lavoratori non sono soli - ci spiega Marco Dell'Osso, segretario generale aggiunto Felsa Cisl Emilia-Romagna - da ieri stiamo raccogliendo i nominativi e cercando di rispondere alle domande che ci rivolgono i lavoratori che ad oggi non si sono ancora visti arrivare lo stipendio di ottobre". La Trenkwalder è una delle principali agenzie di somministrazione di lavoro ed è nata in Austria nel 1985: oggi l'unica sede aperta in Italia è quella centrale, quella di via Maserati a Modena. 

L'agenzia conta circa 8-10 mila lavoratori tra dipendenti diretti e somministrati: quali sono i numeri di Bologna? 

"Nella giornata di ieri nei nostri uffici di Bologna si sono presentate circa 35/40 persone (180 in tutta l'Emilia Romagna) - racconta Dall'Osso - ma la vera affluenza deve ancora arrivare perchè molti devono ancora 'realizzare', non ne hanno avuto il tempo. 

Non è stato pagato lo stipendio di ottobre, o ci sono diverse mensilità in sospeso?

"Per ora abbiamo raccolto solo segnalazioni sui mancati pagamenti di ottobre, quelli che sarebbero dovuti avvenire entro il 15". 

Sono dipendenti diretto o contratti di somministrazione?

"Per ora solo contratti di somministrazione, pare che i dipendenti diretti dell'agenzia non abbiamo per il momento denunciato situazioni critiche, ma staremo a vedere". 

C'è il timore che la Trenkwalder sia fallita?

"Ad oggi nulla starebbe ad indicare che è fallita, nessun atto, ma chiariremo all'incontro della prossima settimana"

Quando e con chi avverrà l'incontro?

"L'incontro con i vertici dell'azienda è stato fissato per lunedì prossimo. Contiamo di aprire un dialogo con l'amministratore delegato Peter Zehentleitner. L’azienda per ora ha comunicato ai sindacati che la causa è dovuta a problemi tecnici, ma il timore è che il motivo sia più grave, visto che proprio in queste ore molte aziende utilizzatrici si stanno rivolgendo agli stessi sindacati e a Confindustria perché non ricevono risposte dalla Trenkwalder a proposito dei pagamenti degli stipendi dei lavoratori impiegati nelle loro aziende".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindacati chiedono che si faccia al più presto chiarezza e si diano certezze alle migliaia di lavoratori in attesa dello stipendio. Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp Uil, sia modenesi che regionali, stanno registrando in queste ore forte preoccupazione anche da parte delle imprese utilizzatrici per le ricadute sia sulla continuità lavorativa dei somministrati che sulla responsabilità in solido verso i lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

Torna su
BolognaToday è in caricamento