Scomparsa Ugo Girardi, oggi i funerali. Unioncamere: "Ci lascia una persona straordinaria"

"In questi tempi sempre più difficili per il nostro Paese Girardi ha guidato con sicurezza, capacità e determinazione l’Unione regionale delle Camere di commercio a un ruolo di riconosciuta e stimata presenza a livello nazionale. Appena due mesi fa, proprio dall’Unione Regionale dell’Emilia-Romagna è partita la prima proposta di autoriforma e aggregazione delle Camere di commercio, poi seguita da Unioncamere Italiana e trasferita nei vari contesti territoriali"

A 63 anni è scomparso ieri notte il segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna, Ugo Girardi. I funerali si svolgeranno oggi, martedì 9 settembre, alle ore 11.30 nella chiesa di Santa Francesca Cabrini a Roma.

Ugo Girardi era segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna dal maggio del 2005, quando, reduce da una lunga e importante esperienza nel mondo camerale a livello nazionale, prese il posto di Luigi Bottazzi.
Nato ad Ascoli Piceno il 23 giugno 1951, Girardi si era laureato in Scienze Politiche all’Università di Roma. Ricercatore economico ad inizio carriera per le organizzazioni economiche Censis e Cresme, quindi responsabile del settore legislativo dell’Associazione Nazionale Cooperative Consumatori, era entrato nel mondo delle Camere di commercio rivestendo ruoli di crescente rilievo, come direttore dell’Indis, quindi come vicesegretario generale vicario di Unioncamere e per un periodo responsabile dell’Area per le politiche europee.

“Desideravo fare un’esperienza operativa sul territorio, in questa fase in cui sta diventando sempre più incisivo, il ruolo delle realtà regionali”. Così disse Girardi all’ora del suo insediamento che coincideva con un momento particolare, il quarantennale della fondazione dell’Unione Regionale dell’Emilia-Romagna.
Il lavoro in rete è stata la bussola che Girardi ha seguito con successo in questi anni, in sintonia con i presidenti Andrea Zanlari, Carlo Alberto Roncarati, Maurizio Torreggiani e con tutti i presidenti delle Camere di commercio provinciali.

In lutto l’Unione regionale e le Camere di commercio dell’Emilia-Romagna. "Con il suo impegno ha rafforzato le collaborazioni con le varie componenti della rete camerale regionale, valorizzando le specificità dei contesti territoriali, accrescendo le sinergie con la Regione e con il mondo associativo con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo dei sistemi economici locali e della competitività delle imprese", così in una nota Unioncamere Emilia Romagna.

“Ci lascia una persona straordinaria – dichiara il presidente Maurizio Torreggiani - di grande umanità, competenze, capacità professionali e passione infinita per il suo lavoro, che ha svolto con dedizione fino all’ultimo".
"In questi tempi sempre più difficili per il nostro Paese- conclude la nota - , Girardi ha guidato con sicurezza, capacità e determinazione l’Unione regionale delle Camere di commercio a un ruolo di riconosciuta e stimata presenza a livello nazionale. Appena due mesi fa, proprio dall’Unione Regionale dell’Emilia-Romagna è partita la prima proposta di autoriforma e aggregazione delle Camere di commercio, poi seguita da Unioncamere Italiana e trasferita nei vari contesti territoriali."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rissa dopo Bologna - Milan: tifoso accoltellato, è grave

Torna su
BolognaToday è in caricamento