Torinese 1888, 'Pontrandolfo-Amato quintet' per 'La strada del Jazz'

Il 18 settembre alle ore 21, alla Torinese 1888 in piazza Re Enzo, per la prima volta insieme sul palco, Valerio Pontrandolfo e Giovanni Amato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Nell'ambito della manifestazione "Bologna, La strada del Jazz" Venerdi 18 Settembre ore 21.00, alla Torinese 1888, piazza Re Enzo PONTRANDOLFO-AMATO QUINTET
Valerio Pontrandolfo - sax tenore
Giovanni Amato - tromba
Nico Menci - pianoforte
Vincenzo Florio - contrabbasso
Andrea Nunzi - batteria

Il 18 settembre alle ore 21, alla Torinese 1888 in piazza Re Enzo, per la prima volta insieme sul palco, Valerio Pontrandolfo e Giovanni Amato, accomunati da una grande passione per le sonorità Bebop e Hard Bop, proporranno in quintetto una rivisitazione dei grandi classici del Great American Songbook, unita ad una selezione di brani originali tratti dal repertorio dei maestri del passato come Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Bud Powell, John Coltrane, Lee Morgan, Kenny Dorham, Hank Mobley e Miles Davis.

Il concerto è inserito nel programma della manifestazione "Bologna, La strada del Jazz": dal 18 al 20 settembre il Quadrilatero e il primo tratto via Strada Maggiore saranno un tripudio di negozi aperti, concerti jazz, gastronomia, degustazioni e promozioni.

Valerio Pontrandolfo, nato a Potenza nel 1975 e bolognese d'adozione, è da anni uno dei sassofonisti di punta della scena jazz nazionale, con importanti collaborazioni di livello internazionale.
E' stato infatti membro per 5 anni del Two Tenors Quintet del sassofonista Steve Grossman con cui ha partecipato ai più importanti festival italiani ed europei (Jazz a Dinant, Jazz in Liege, Jazz a Vienne, Venezia Jazz Festival, Laigueglia Perc Fest, La Spezia Jazz Festival, Sicily Jazz Festival ecc.) e negli ultimi 15 anni ha suonato, tra gli altri, con Harold Mabern, Alvin Queen, Bobby Durham, Joe Farnsworth, John Webber, Darryl Hall, Willie Jones III, Jim Rotondi, Danny Grissett, Byron Landham, David Hazeltine, John Engels, Jason Brown, Chuck McPherson, Sangoma Everett, Joe Magnarelli, Alain Jean-Marie, Tom Kirkpatrick, Mario Gonzi, Renato Chicco, Gianni Cazzola, Roberto Gatto, Dado Moroni, Marco Tamburini, Andrea Pozza e Paolo Birro.
Nel 2015 è stato pubblicato "Are You Sirius?", il suo album di debutto registrato con Harold Mabern al pianoforte, John Webber al contrabbasso e Joe Farnsworth alla batteria. (www.valeriopontrandolfo.it)

Compositore di notevole spessore e ottimo arrangiatore, Giovanni Amato è un musicista dotato di uno swing eccezionale unito ad uno scorrevolissimo fraseggio boppistico. Il tocco morbido e potente, la musicalità versatile e spontanea sono le sue peculiarità.
Giovanni Amato nasce a Nocera Inferiore dove inizia a suonare la tromba all'età di otto anni. Si diploma nell'89 al conservatorio di Salerno con il massimo dei voti. Numerose le collaborazioni con musicisti quali: Danilo Perez, Lee Konitz, Gary Peacock, Steve Grossman, George Garzone, Bill Hart, Jerry Bergonzi, Tom Harrell, Peter Erskine, Tony Scott, Mike Goodrich, Ronnie Cuber, Diane Schuur, Kirk Lightsey, Vincent Herring, Randy Brecker, Avishai Cohen, Richard Galliano, Bob Mover, Gene Jackson, Kenny Davis, Giovanni Tommaso, Roberto Gatto, Maurizio Gianmarco, Dado Moroni, Rita Marcotulli, Danilo Rea, Antonio Faraò, Mario Biondi. E' il vincitore assoluto del "Italian Jazz Awards 2009" (migliore artista jazz italiano dell'anno).

Per informazioni e prenotazioni:

La Torinese 1888

tel 051/236743

alvoltone.bologna@gmail.com

I più letti
Torna su
BolognaToday è in caricamento