'Anatemi gastronomici': parte una campagna contro gli spaghetti alla bolognese

Percorso tra nostalgia e divertimento che si conclude con un anatema: mai più spaghetti alla bolognese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Sabato alle 16 la presentazione del nuovo libro di Stefano Andrini. ​All' Università "Primo Levi" tutti i segreti dell'Emilia Romagna.

Sabato 21 marzo alle 16 nella sala conferenze dell'Università Primo Levi (via Azzo Gardino 20/ b a Bologna) presentazione del libro "Emilia Romagna segreta" (Giubilei Regnani). Interverranno il curatore Stefano Andrini, giornalista e scrittore; Mary Tolaro-Noyes, scrittrice e Bologna Connect Ambassador a San Francisco; Aldo Jani Noè, curatore del capitolo petroniano; Chiara Sirk, giornalista; Laura Bizzari di Bologna Connect. Ingresso libero.

Il libro si legge come un romanzo anche se è, in realtà, una guida attraverso i misteri della nostra regione. Da Piacenza a Rimini racconta storie e personaggi di un territorio bello, intrigante ed enigmatico. Tra culatelli, zie Filippa,contesse che muoiono per autocombustione, santi che proteggono dai terremoti, fantasmi c' è spazio anche per un delicato erotismo. Quello di Casanova, che anche da noi ne ha fatte di cotte e crude. E quello del Nettuno. Pieno di sorprese così come lo struscio che i bolognesi ben conoscono. Proprio il capitolo petroniano rappresenta una punta di diamante del volume: dando vita a un percorso inedito tra nostalgia e divertimento. Che si conclude con un anatema: mai più spaghetti alla bolognese.

Torna su
BolognaToday è in caricamento