'Decadence': il duo Xeno & Oaklander al Link

Il duo minimal synth di Brooklyn, Xeno & Oaklander, arriva a Bologna ospite del Decadence per presentare il nuovo album "Topiary". E come ogni Decadence che si rispetti la notte sarà condita da dj set, spettacoli di fakirismo, performance di body art, body modification e fetish, bondage e installazioni video. Xeno & Oaklander hanno portato la coldwave e minimal wave nel 21esimo secolo, combinando il suono dei sintetizzatori con la loro voce.

Sean McBride e Liz Wendelbo dopo una serie di album su Weird Records, hanno fatto uscire nel 2014 l'album "Par Avion" sulla celebre Ghostly International che annovera tra i suoi fondatori Matthew Dear. Ora, approdano in Italia per la presentazione del nuovo "Topiary". Nei loro live non ci sono computer, ma strumenti e sintetizzatori (analogici) rigorosamente suonati. Hanno lavorato con personaggi molto importanti: il producer newyorkese Chris Coady, Drew Brown degli Hospital Studios di Londra, Rick Kwan. Tra le loro esibizioni sono da ricordare quelle al SF Moma, PS1 Warm Up, Miami Art Basel, Kunsthalle a Zurigo e al New Museum di New York.

CHE COS'È DECADENCE. Un'estrema espressione di eleganza e diversità. Un movimento culturale unico nel suo genere, nato dall'idea di Carlo Valentine di unire sotto lo stesso progetto più sottoculture alternative e correnti estetiche, che riguardano ambienti e generi musicali differenti. Goth, fetish, meeting point, musica electro, esposizioni d'arte, couples' room, play area e tanto altro accoglieranno chi anche solo per una notte vuole abbandonare il mondo esterno e trasgredire - sempre nel rispetto altrui. Dalle feste - che contemplano ingredienti fondamentali come il dress code, la musica e la scenografia a tema - ai raduni veri e propri Decadence è diventato fenomeno di costume tout court, riconosciuto a livello internazionale. Partito da Bologna, ha toccato le città di mezza Europa, talvolta in location suggestive come Ville storiche e Castelli importanti, coinvolgendo un pubblico trasversale, per età, genere ed estrazione sociale. L'unico vero fil rouge è la buona educazione e il rispetto reciproco. Perché tutto è permesso, se avviene tra persone consenzienti.

Dress code: gothic, fantasy, punk, fetish, newromantic, blackelegant, postpunk, resistance, perv, glam, latex, bdsm, rubber, bears, medical, dandy, bodyart, rockabilly, drag, trav, real80, bizzarre, burlesque, raver, bbw, animalia, peluche, enlightened, militaria, cyberfreak, uniform, moulinrouge, medieval.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • "Le colline fuori della porta": passeggiate ed escursioni per i colli bolognesi

    • Gratis
    • dal 24 marzo al 17 novembre 2019
    • Vari luoghi
  • Cioccoshow 2019: torna la festa del cioccolato a Bologna

    • Gratis
    • dal 21 al 24 novembre 2019
    • Piazza XX Settembre
  • "Anthropocene": mostra multidisciplinare sull’impatto dell’uomo sul pianeta

    • Gratis
    • dal 16 maggio 2019 al 5 gennaio 2020
    • Fondazione MAST
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento