Solid steel: dj food + Om unit + Dk

L'etichetta di culto inglese Ninja Tune festeggia al Laboratorio Crash la storica trasmissione radiofonica Solid Steel con alcuni dei suoi protagonisti. Uno su tutti Dj Food, pioniere dell’arte del djing, art director dell'etichetta e co-fondatore di Solid Steel, accompagnato dal talentuoso Om Unit e dall'altro veterano DK. In apertura il live dei Midihands. Completano la line up su un altro stage Mark Morris, Logotech  e Cnc & Kobold.

Lanciata dal duo fondatore di Ninja Tune Coldcut (Matt Black and Jonathan More) nel 1988 sulle frequenze della storica radio pirata KISS.FM, Solid Steel è il "Mix Show" più longevo di sempre.

Nel periodo storico in cui la maggior parte dei DJ suonava un solo genere molto specifico, Solid Steel ha sempre trattato la musica e i nuovi "beats" nel modo più ampio possibile, abbracciando i nuovi stili musicali e le loro evoluzioni, senza dimenticarsi dicelebrare il passato.

Nel 1999 si trasferisce sulle frequenze della BBC fino al 2012, quando approda on-line in collaborazione con NTS con uno show settimanale votato come miglior Online Radio Show e un podcast scaricato da oltre 3 milioni di utenti.

Hanno contribuito a Solid Steel: Four Tet, Bonobo, De La Soul, Leon Vynehall, Pearson Sound, Skream, Hudson Mohawke, Machinedrum, Lone, Ben UFO, Jackmaster, Seven Davis Jr, Cooly G, Goldie, Norman Jay, A Guy Called Gerald, Juan Atkins, J Rocc, Pinch, FaltyDL, The Bug, DJ Shadow, Trevor Jackson, Maribo State, Coldcut, DJ Food, Cinematic Orchestra, London Elektricity, Autechre, DJ Marky, Amon Tobin, James Holden, Moxie, Mo Kolours, Kenny Dope, Diplo, Super Furry Animals, Caribou, Scratch Perverts, Throbbing Gristle, Toddla T, The Orb, Photek, Om Unit, Mumdance, Rob Da Bank, Visionist, Paul White, Tom Middleton, Richard Dorfmeister, Young Fathers, Greg Wilson, DJ Kentaro, Mr Scruff, Gilles Peterson, Luke Vibert, Laurent Garnier e molti altri...

Dj Food nacque nel 1990 come progetto di musica elettronica fondato dai Coldcut (Matt Black e Jonathan More, proprietari dell'etichetta Ninja Tune) al quale presero subito dopo parte Patrick Carpenter e Strictly Kev, quest'ultimo l'unico membro oggi rimasto. Il gruppo incise nel 1995 "A Recipe for Disaster", immediato successo internazionale e pietra miliare dell'hip hop sperimentale: un collage di loop di beats, linee di basso dub, riff jazzati, effetti elettronici e scratching. A partire dall'album di remix "Refried Food" (1996) i Coldcut abbandonarono il progetto, mentre Carpenter intraprese una carriera a parte nei Cinematic Orchestra. Dal 2011, il solo detentore del marchio Dj Food è Strictly Kev, co-fondatore di Solid Steel e tuttora direttore creativo di Ninja Tune.

Il londinese Om Unit è attivo da poco più di un decennio. In poco tempo si è costruito una solida reputazione, prima facendosi conoscere nel mondo del turntablism col nome 2Tall, poi con una serie di remix per Hyperdub e altre etichette. Infine le uscite per Civil Music fra real elettro, mechanical soul e viaggi cinematici, la sua Cosmic Bridge, Exit e Metalheadz. Un camaleonte in grado di proporre un sublime melting pot di footwork, jungle e UK bass, con uno sguardo verso il futuro.

DK (Darren Knott) e un dj e producer di Ninja Tune e fa parte anch'egli del gruppo fondatore di Solid Steel, noto soprattutto per aver lanciato insieme a Dj Food le mix series, "Solid Steel Presents: Now, Listen!" e "Solid Steel Presents: Now, Listen Again!". È resident del Ninja club e delle Xen Solid Steel nights.

INGRESSO:

10 euro prima delle 2:00

15 euro dopo le 2:00

Navetta gratuita da Piazza VIII Agosto

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Teatro Duse, stagione 2019/2020: il cartellone conta 60 spettacoli, grande protagonista Gianni Morandi

    • dal 4 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Teatro Duse
  • TEA - Teatro EuropAuditorium: musical, concerti, danza e grandi eventi. Il programma 2019/2020

    • dal 27 settembre 2019 al 21 aprile 2020
    • TEA Teatro Europa Auditorium
  • Teatro Arena del Sole e Teatro delle Moline: la programmazione 2019/2020

    • dal 15 settembre 2019 al 9 aprile 2020
    • Teatro Arena del Sole
  • "Videogame Art Museum": il museo dei videogiochi fra console e postazioni prova

    • Gratis
    • dal 2 febbraio al 31 maggio 2020
    • Videogame Art Museum
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento