Esercizi di libertà. Poesia concreta e visiva dalla collezione del Magi’900

Esercizi di libertà
Poesia Concreta e Visiva dalla collezione del MAGI’900
dal 22 gennaio al 23 febbraio 2020

Opere di: Vincenzo Accame, Fernando Andolcetti, Marilla Battilana, Anna Boschi, Claudio Cintoli, Arrigo Lora-Totino, Roberto Malquori, Lucia Marcucci, Stelio Maria Martini, Nanni Menetti, Eugenio Miccini, Luciano Ori, Luca Maria Patella, Lamberto Pignotti , Gian Paolo Roffi, Sarenco, Franco Spena, Luigi Tola, William Xerra.

Dal 22 gennaio 2020, nello spazio Open Box del MAGI’900, una selezione di oltre venti opere verbo-visuali, tratte dalla vasta collezione storica del museo, rende omaggio alla capacità dell’arte di esprimersi in maniera libera e diretta, tra leggerezza estetica e graffiante profondità del messaggio , offrendo spunti molto attuali.
Grazie alla potente sinergia tra significato e evocazione, nelle esperienze di numerosi autori internazionali i linguaggi verbali e quelli visuali sono stati spinti a contaminarsi reciprocamente, fino a trovare un’inedita espressività, decisa ed eversiva . Erede di una ricerca che affonda le sue radici nel concetto stesso di “avanguardia”, intesa come superamento della linea di controllo, questo ambito di esplorazione, la cui identità rimane sospesa tra arte e scrittura, pone dunque l’attenzione sulla possibilità di svincolarsi dalle regole formali della comunicazione, per coinvolgere intellettualmente ed emotivamente lo spettatore, sempre chiamato in causa come interprete del messaggio.
Sottile ironia, raffinata eleganza o aperta provocazione, articolate reti di relazioni e diffusione internazionale attraverso mostre e riviste, sono state le strategie che tra gli anni Sessanta e Settanta hanno espresso l’impegno politico e intellettuale degli autori, e che ancora oggi ci offrono una lezione insuperata. Una lezione di “stile libero”, che potrebbe fin d’ora aprire la strada a nuove prospettive di contaminazione, dai meme che dilagano nei social media alle nuove modalità di condivisione delle idee nella dimensione urbana .
Lo Spazio Open Box è a ingresso libero e offre la possibilità di consultare pubblicazioni sul tema . Chi lo desidera potrà lasciare a disposizione del pubblico un proprio “esercizio di libertà” nell’angolo lettura del museo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Videogame Art Museum": il museo dei videogiochi fra console e postazioni prova

    • Gratis
    • dal 2 febbraio al 31 maggio 2020
    • Videogame Art Museum
  • De Chirico oltre il quadro. Manichini e miti nella scultura metafisica diventa permanente

    • dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020
    • Museo Magi'900
  • Capolavori del Rinascimento italiano: il Polittico Griffoni di Francesco del Cossa ed Ercole de’ Roberti

    • dal 12 marzo al 28 giugno 2020
    • Palazzo Fava

I più visti

  • "Videogame Art Museum": il museo dei videogiochi fra console e postazioni prova

    • Gratis
    • dal 2 febbraio al 31 maggio 2020
    • Videogame Art Museum
  • Teatro Comunale di Bologna, il calendario 2020: nuova stagione di opera e danza

    • dal 24 gennaio al 23 giugno 2020
    • Teatro Comunale di Bologna
  • Teatro Arena del Sole e Teatro delle Moline: la stagione 2019-2020

    • dal 11 ottobre 2019 al 30 maggio 2020
    • Teatro Arena del Sole e Teatro delle Moline
  • Teatro dell’ABC: la stagione teatrale 2019 – 2020

    • dal 30 settembre 2019 al 29 maggio 2020
    • Teatro dell'ABC
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento