UK techno al Link: solo per una notte James Ruskin, Shifted e Oniks

Per una notte, l'UK techno nella sua massima espressione passa dal Link con due protagonisti indiscussi del genere: James Ruskin e Shifted. L'apertura è affidata al talento italiano Oniks. Attivo nella scena musicale da più di 20 anni, James Ruskin ha alle spalle una storia musicale non indifferente - nata alla luce del fenomeno electro ed hip-hop di metà anni '80.

Con l'arrivo del suono di Detroit, Ruskin capì che la techno era la sua strada e non ci volle molto tempo affinché si sentisse pronto a lasciare il proprio segno. Nel '96, assieme a Richard Polson, lancia l'iconica label BlueprintRecords, donando un incisivo taglio UK a quella nuova ondata musicale proveniente dagli Stati Uniti.

Austero ma straordinariamente emotivo, James Ruskin è leggenda: la tecnica impeccabile e l'estetica del suono, non lasciano dubbi sulla lunga esperienza e sui notevoli anni di formazione nei più scuri club britannici. È senza dubbio uno che può permettersi oggi di salire in cattedra, con un posto d'onore nella "Hall of Fame" della techno. Cresciuto a breakbeat, hardcore e jungle, Shifted ha un approccio eclettico che ben descrive il suo background musicale. Dopo lo scioglimento del duo Commix, Guy Brewer mette da parte le radici drum'n'bass e si trasferisce a Berlino, dove il progetto Shifted comincia a prendere forma - nel totale anonimato e dopo una funzionale tabula rasa del proprio sound. Dal suo debutto sull'etichetta Mote-Evolver di Luke Slater fino alle curatissime produzioni della sua Avian rec., la carriera dell'inglese è stata una perpetua ricerca di nuovi pattern sonori.

Guy Alexander Brewer non è di certo un veterano, eppure oggi nessuno riesce a schiodarlo dai piani alti dell'UK-sound che conta. Una sana dose di techno cerebrale, mistica e sottomarina. A completare il flusso di sonorità nord-europee c'è ONIKS, italiano, ma che ha definito il suo stile sull'impronta inglese. Cresciuto a Milano, inizia presto a credere nella musica e a farne uno stile di vita, dando forma alla sua serata, Funk You - cha ha da poco compiuto 10 anni e rappresenta un'imprescindibile realtà nel circuito milanese. Con una tecnica di mixaggio affinata in numerosi rave e club, Oniks riesce ora ad esprimere con facilità il suo concetto di techno senza compromessi.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

  • "Sembra ieri": la serata '70-'80 che non ti aspetti

    • solo oggi
    • 24 gennaio 2020
    • Candilejas
  • Tutto in una notte tour 2020 a Pieve di Cento

    • solo domani
    • 25 gennaio 2020
    • PALACAVICCHI
  • Al matis club bologna History 1990 psychedelic - 13° edizione ospiti dal vivo: i double dee

    • da domani
    • dal 25 al 26 gennaio 2020
    • Matis Club

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Botero: a Palazzo Pallavicini una inedita mostra sull'icona dell'arte sudamericana (prolungata)

    • dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Palazzo Pallavicini
  • Art City White Night: la notte bianca dell'arte sabato 25 gennaio 2020

    • solo domani
    • Gratis
    • 25 gennaio 2020
    • Vari luoghi della città
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento