Macchine per pensare: dalla cultura digitale alla open organization

Il Festival della complessità a Bologna, promotore per la prima volta Forma del Tempo. Presentazione del libro di Francesco Varanini.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Mercoledì 20 luglio 2016

dalle 17:00 alle 20:00

presso Kilowatt/ Serre dei giardini Margherita

Via Castiglione 134/136 - Bologna

Il Festival della Complessità fa scalo a Bologna e questa volta grazie a Forma del Tempo che promuove per la prima volta nella città delle due torri il festival che si occupa di dare delle risposte alla nostra esistenza.

Quale sarà il quesito della serata? L'informatica come prosecuzione della filosofia, una provocazione che avrà la sua manifestazione nella presentazione del libro di Francesco Varanini: Macchine per pensare. L'informatica come prosecuzione della filosofia con altri mezzi - Guerini e Associati, 2016.

Con l'autore dibatteranno Paolo Bruttini, consulente, socioanalista di Forma del Tempo e Simonetta Simoni psicosociologa delle organizzazioni, Format Edizioni Bologna.

Macchine, cultura digitale e open organization saranno i temi principali del Festival. C'è chi considera il computer come macchina che sostituirà l'uomo. C'è chi invece considera il computer come strumento atto a potenziare l'umano pensiero. L'informatica umanistica del libro di Varanini "Macchine per pensare" mostra come la cultura digitale apra spazi per il lavoro collaborativo, di scambio tra pari nella pluralità dei network, all'interno e all'esterno delle imprese, avviando i cambiamenti della open organization.

Il festival della Complessità nasce sette anni fa dalla collaborazione tra Dedalo '97 e l'Aiems.

L'ipotesi era quella di offrire a degli esperti la possibilità di proporre un nuovo modo per comprendere la complessità di situazioni e problemi che riguardano la nostra vita quotidiana, i rapporti umani, la scuola… scienze quali la biologia, la medicina, l'economia, la psicologia, la fisica, il management, la politica, etc..

Come le precedenti, anche questa settima edizione del Festival della Complessità vuole proporre nuove risposte a domande di oggi e di sempre. Con un road show in diverse città italiane il festival si propone di disquisire sui temi della vita: una formula matematica può spiegare i nostri comportamenti? È più importante che i giovani apprendano a rispettare le regole o essere liberi? La scuola deve istruire o formare? Che significa che nel nostro pianeta tutto è collegato? Etc.

L'evento e gratuito per info http://www.openorganization.it

Chi è Forma del Tempo

Forma del Tempo è un società di consulenza per il cambiamento organizzativo e l'innovazione, attiva sul mercato nazionale ed internazionale dal 1996.

Tra gli obiettivi: la crescita del capitale umano dei clienti, perché le persone possano sviluppare nuove espressioni di sé al lavoro contribuendo al successo ed al miglioramento della propria organizzazione; lo sviluppo del patrimonio relazionale - il capitale sociale - che sostiene e realizza il progetto organizzativo. 

Torna su
BolognaToday è in caricamento