Marconi Music Festival: tanta musica dal vivo in aeroporto, da Elio a Danilo Rea

  • Dove
    Business Lounge
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 23/05/2019 al 10/12/2019
    Vedi programma
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Marconi Music Festival: tanta musica nella Business Lounge dell’Aeroporto Marconi di Bologna.

Ecco il programma: 

giovedì 23 maggio ore 17.30
BOLOGNA Aeroporto G. Marconi - Business Lounge
LE STORIE DI ELIO & THE KIDS
ELIO voce
“INNOCENZO DA IMOLA” ENSEMBLE 
Federico Lolli, Massimo Ghetti, Annalisa Mannarini, 
Letizia Ragazzini, Luigi Zardi arrangiamenti e direzione 

Programma
Carl Orff
O fortuna da “Carmina Burana” (brano strumentale)
Wolfgang Amadeus Mozart 
Non più andrai farfallone amoroso da “Le nozze di Figaro” K 492
Madamina, il catalogo è questo da “Don Giovanni” K 527
Kurt Weill/Bertold Brecht  da “L'opera da tre soldi”
- Ouverture (brano strumentale)
- La ballata di Mackie Messer
- Corale mattutino di Peachum 
- Canzone dei cannoni
- La ballata dell'agiatezza
- La canzone delle contraddizioni nella condizione umana 
- Ballata degli impiccati
- Ouverture (brano strumentale)
Kurt Weill/Bertold Brecht * da “Happy End”, commedia con musica in tre atti
- La canzone di Bilbao 

L’istrionico, imprevedibile, vulcanico, irriverente ELIO, l’autentico “ragazzo terribile” della musica italiana e oltre 25 talentuosi giovanissimi, di età compresa tra i 12 e i 14 anni, che compongono l’Innocenzo da Imola Ensemble in un concerto che propone un divertente viaggio alla scoperta di alcuni I capolavori dell'opera più note di Rossini e Mozart fino alla celebre Opera da tre soldi Kurt Weill raccontati e interpretati in modo coinvolgente, divertente, innovativo e assolutamente unico. 

ELIO, vero nome Stefano Belisari, è un cantautore ed attore italiano. È il leader del gruppo Elio e le Storie Tese, fondato da lui nel 1979. È nato a Milano il 30 luglio del 1961. 
Tra gli anni ’80 e ’90 la sua band è diventata un nome di culto nel panorama musicale italiano. Il vero decollo c’è stato nel 1996 quando al Festival di Sanremo hanno cantato Nella terra dei cachi, canzone che ha avuto un imprevisto quanto strepitoso successo di pubblico e critica. Da quel momento, Elio e io suoi sono diventati vere e proprie leggende.
Di origini marchigiane, si è diplomato al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano all’età di 18 anni. Successivamente, in età adulta, ha proseguito gli studi, laureandosi in ingegneria elettronica al Politecnico della medesima città. Ha collaborato con grandi artisti italiani fra cui Giorgio Conte. Inoltre, nella sua carriera, oltre alla musica, ha spaziato anche in altri ambiti, fra cui tv, teatro e radio. Sulle frequenze di Radio Deejay è stato speaker di successo. Ha poi preso parte a Mai Dire Gol con la Gialappa’s Band. Dal 2010 al 2015 è stato giudice del talent show X Factor, dapprima in onda su Rai2 e poi traslocato sulla piattaforma satellitare Sky. Ha inciso, con la sua band, ben 15 album, ottenendo consensi e numerosi riconoscimenti.
Nel 2017 gli Elii annunciano a sorpresa lo scioglimento, preceduto da un Concerto Definitivo al Forum di Assago (MI) e un ultimo tour in giro per lo Stivale. Arrivedorci è anche il titolo dell'ultima canzone presentata al festival di Sanremo 2018.

“INNOCENZO DA IMOLA” ENSEMBLE Attivo dal 2010, il corso musicale dell’Istituto Comprensivo n.2, Scuola Secondaria “Innocenzo da Imola” rappresenta un riferimento per molti giovani che si vogliono avvicinare al mondo della musica.
L’Innocenzo da Imola è l’unica scuola di Imola ad Indirizzo musicale riconoscendolo come “integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale”.
Dall’anno 2012-13, con la dirigente prof. Ernestina Spiotta, l’Istituto Comprensivo n. 2 ha ottenuto anche l’accreditamento per il DM8 attuando le iniziative "volte alla diffusione della cultura e della pratica musicale" nella scuola primaria e dell’infanzia.
La realtà della scuola Innocenzo da Imola si è dimostrata fin dal primo anno un vivaio di ottimi musicisti, numerosi sono i successi accreditati in concorsi nazionali ed internazionali nelle categorie musica d’insieme e solisti: Concorso Nazionale per Giovani Musicisti “Lodovico Agostini” di Portomaggiore (FE) anno 2013: Primo premio cat. Musica d’insieme, e un 1° premio cat. Solisti; anno 2014, XVII edizione Concorso Nazionale musicale di Cene (BG): Primo premio categoria musica d’insieme, tre secondi premi e tre terzi premi categorie solisti, e secondo premio categoria Musica da Camera; nel 2015 Concorso Nazionale per Giovani Musicisti “Lodovico Agostini” di Portomaggiore (FE): Primo premio categoria musica d’insieme e nelle categorie solisti un 1° premio e un 2° premio e cat. ex alunni solisti un 1°premio. 
Nel 2016 al Concorso “Lodovico Agostini” si aggiudicano quattro secondi premi e tre terzi premi, Concorso Internazionale Pianistico. Nell’anno 2017 al Concorso “Lodovico Agostini”: quattro secondi premi e tre terzi premi nelle categorie solisti.
L’attività dell’Innocenzo da Imola Ensemble, preparato e diretto dai docenti Federico Lolli, Annalisa Mannarini, Letizia Ragazzini e Luigi Zardi, è in continua relazione con le realtà musicali del territorio e le associazioni locali: strettissima  collaborazione con la Banda Musicale Città di Imola, la Nuova Scuola di Musica “Vassura Baroncini”, la Scuola Secondaria Rolandino Pepoli di Bologna e la “Compagnia dei Babbi e delle Mamme” con i quali hanno realizzato i musical: La bella e la Bestia e Alladin. Nel corso degli anni la scuola ad indirizzo musicale di Imola, costituita dalle classi di percussioni, pianoforte, sassofono e tromba, ha svolto attività concertistica ad altissimo livello, esibendosi in importanti luoghi e sale da concerto (Sala Mariele Ventre, sala BCC e Palazzo Sersanti , Chiesa San Domenico di Imola, Ridotto Teatro Comunale e Auditorium Sant’Agostino di Ferrara) e teatri (Ebe Stignani, Lolli, Osservanza di Imola, Duse e Celebrazioni di Bologna). I ragazzi si sono esibiti per il Comune di Imola, l’AVIS di Bologna, il Liceo Linguistico “Alessandro da Imola, e le associazioni: Imola Autismo, AUSER, AUSL di Imola e tanti altri…Negli anni 2015 e 2016 hanno realizzato lo spettacolo “Un silenzio lungo cent’anni” che vanta il Patrocinio dell’Università degli studi di Bologna e della Repubblica Italiana.

FEDERICO LOLLI nato a Bologna il 29 dicembre 1990, si diploma con il massimo dei volti e la lode in Strumenti a Percussione al Conservatorio di Bologna nel 2012 sotto la guida del M° Giuseppe Pezzoli. Nello stesso Conservatorio si laurea, conseguendo nuovamente la lode, al Biennio di secondo Livello di Didattica dello strumento musicale ottenendo l'abilitazione all'insegnamento di strumento musicale. Nel frattempo segue masterclass tenute dai maestri Valentino Marrè, Andrea Scarpa e Mirko Natalizi, percussionisti del Teatro Comunale di Bologna e inizia le collaborazioni in veste di strumentista in Italia e all'estero. Tra le collaborazioni si possono citare: Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, Teatro Petruzzelli di Bari, Festival Angelica, LP, Orchestra Nazionale dei Conservatori, Fontanamix, Orchestra SenzaSpine, Banda Musicale Città di Imola, Rena Galliera Wind Orchestra, 0Crediti Ensemble, Novensemble. Alla attività di concertista affianca quella di docente di strumenti a percussione di ruolo presso la  SMIM Innocenzo da Imola dal 2015.

MASSIMO GHETTI Dopo il diploma di flauto, conseguito nel 1994 presso il Conservatorio "G.Rossini" di Pesaro sotto la guida del M° Fiorenzo Di Tommaso, ha frequentato seminari e corsi di perfezionamento con Patrick Gallois, Michele Marasco, Dante Milozzi, Bruno Cavallo, Giuseppe Garbarino e, all' Accademia Chigiana di Siena, con il Quintetto Bibiena. Nel 1994 si è aggiudicato il 2° premio (1° non assegnato) al concorso "Emanuel Krakamp"; nel 1996, il 1° premio al concorso "Emanuel Krakamp" con il gruppo Cherubino Flute Ensemble con il quale, nel 1997, ha conquistato il 1° premio anche al concorso "Clara Schumann"; nel 1997, il 2° premio (1° non assegnato) al concorso nazionale "Riviera della Versilia" e il 3° premio al concorso "Liburni Civitas". Con la pianista Desiré Scuccuglia, nel 1997 si è aggiudicato il 3° premio al concorso "Liburni Civitas". Nel 1999 ha ottenuto il 2° premio (1° non assegnato) al concorso internazionale "Vittoria Caffa Righetti" a Cortemilia. Con il Trio Eccentrico, nel 2002, ha conquistato il 1° premio assoluto al Concorso Internazionale Città di Vignola (Modena). Ha collaborato con prestigiose orchestre italiane, in particolare l'Orch. Haydn di Bolzano e Trento, l'Orch. Rossini di Pesaro, l'Orch. del Teatro Comunale di Bologna, l'Orch. Sinfonica di Sanremo e l'Orch. Giovanile Luigi Cherubini diretta dal Maestro Riccardo Muti; con le quali ha partecipato a registrazioni e concerti diffusi da RaiSat, Sky Classica, RadioTre e RaiTre. Dal 2001 al 2003 è stato invitato dal Rossini Opera Festival di Pesaro in qualità di primo flauto. Dal 2004 al 2016 è stato insegnante di musica presso la Scuola Media Paritaria "M. Malpighi" di Bologna e presso la Scuola Media Paritaria "San Giuseppe" di Modena. Dal 2016 è insegnante di musica presso la Scuola Secondaria di Primo Grado Innocenzo da Imola.

ANNALISA MANNARINI  Ha conseguito col massimo dei voti e la lode il diploma accademico di II livello in pianoforte ad indirizzo interpretativo solistico , il diploma accademico di I livello in musica jazz, il Biennio
abilitante in didattica dello strumento, presso il conservatorio di musica “N.Piccinni” di Bari.
L’interesse per la forma musicale l’hanno portata a approfondire gli studi di analisi e composizione, ed ha seguito i corsi di composizione di colonne sonore per film con Ennio Morricone presso la prestigiosa Accademia Chigiana, a Siena. Ha studiato jazz con il pianista Stefano Bollani. Vincitrice di numerosi concorsi internazionali sia in qualità di solista che in formazione cameristica , si è perfezionata con Aquiles delle Vigne, Michael Staudt, John Perry ed Adam Wibrowsky. Dal 1999 al 2009 ha vissuto a Roma dove ha svolto un’intensa attività concertistica e di turnista per la registrazione di musiche per il cinema ed il teatro. Pianista stabile della Octopus Orchestra diretta da Fabio Frizzi, si è esibita, anche in qualità di solista in numerose dirette RAI. Ha suonato in Italia, Spagna, Portogallo, Stati Uniti, Cina, Taiwan prediligendo il repertorio impressionistico, contemporaneo, e la musica improvvisata, dal piano solo, alla big band.
Nell’ambito della mostra di Degas allestita nel Complesso del Vittoriano , a Roma, ha tenuto un apprezzato recital dedicato alla musica francese di Debussy, Ravel, e Satie. Nel campo della ricerca musicologia recentemente ha pubblicato per le edizioni Fiorestano il volume dedicato al compositore contemporaneo Paolo Castaldi dal titolo ”P:Castaldi: Inventare A New, Always”.
Ha composto musiche per il teatro ed in particolare quelle per il cortometraggio del regista M.Tondini “Seguimi” hanno ottenuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali.
E’ titolare della cattedra di pianoforte della scuola media ad indirizzo musicale “Innocenzo da Imola”, ad Imola. 

LETIZIA RAGAZZINI Diplomata in saxofono conseguito con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Cesena, ha conseguito con lode anche la laurea di II livello in Saxofono presso il Conservatorio di Parma, è inoltre laureata in Flauto traverso, Didattica della Musica, al Biennio di II livello per l’insegnamento del saxofono presso il Conservatorio di Bologna. Ha conseguito inoltre brillantemente la laurea magistrale  in Scienze dell' Educazione presso l’Università di Bologna.
Si è perfezionata con maestri di fama internazionale ed ha studiato presso la Lawrence University di Appleton, U.S.A., ed il Conservatorio Superiore di Musica di Barcellona (Spagna). 
Si è aggiudicata il I premio al VI Concorso Internaz.le di Casarza Ligure (GE) e il III premio al IV Concorso Naz.le di Musica da Camera "Luigi Nono" di Venaria Reale (TO), il Premio “E. Melli” di Cesena e le Borse di studio del I Seminario Internazionale di Faenza Estate Musica e del Progetto Erasmus del Conservatorio di Bologna. Svolge intensa attività concertistica nei più importanti teatri italiani e all’estero (Messico, Stati Uniti, Russia, Spagna, Svizzera) con varie formazioni quali Italian Saxophone Orchestra diretta dal m° Federico Mondelci, Nextime Ensemble  dir. Danilo Grassi, Icarus Ensemble Quaranta Quartet, Gershwin Quintet, (col quale incide due CD prodotti da FIDAPA e Digressione Music), e Ladies Saxophone Quartet. Nell’ambito della musica leggera collabora con Controcanto ,Sono Fred dal whisky facile, Gattamolesta, Bassapadana e Imola Big Band.
Ha suonato inoltre al fianco di Gilberto Jil, Ugo Pagliai, Antonella Ruggiero, Alberto Sordi, Elio, Nevruz, ha inciso in CD e DVD i Concerti Grossi n. 1 e 2 di Bacalov con i New Trolls.
Collabora con le orchestre: Teatro Comunale di Bologna, G.B.Martini di Bologna, Giovane Orchestra Sinfonica Italiana, Orchestra del Festival di S.Cecilia di Portogruaro, Bruno Maderna di Cesena, Sinfonica di Sanremo, Corelli di Ravenna, Youth Art and Sound Orchestra di La Spezia, Teatro Lirico di Cagliari e Festival Internazionale di Riva del Garda ed ha suonato da solista con l'orchestra Solisti Veneti dir. M° Claudio Scimone eseguendo un brano in prima esecuzione assoluta.
Si esibisce regolarmente agli Stage Internazionali del Saxofono di Fermo, ai Seminari Internazionali del Saxofono di Faenza e al Festival delle Nazioni di Portogruaro (Ve) e tiene Masterclass di perfezionamento per l'Ambima e presso Molfetta (BA), Castrocaro (FC) e Monzuno (BO). 
Dal 2012 è docente di ruolo di Saxofono presso la Scuola Statale Secondaria di 1° ad indirizzo musicale “Innocenzo da Imola” di Imola.

LUIGI ZARDI si è diplomato in Tromba, col massimo dei voti, nel 1992 presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna sotto la guida del M. Giorgio Pistocchi. Si è perfezionato sotto la guida dei Maestri: Donato De Sena, Stephen Burns, Pierre Thibaud, Thomas Stevens e Giancarlo Parodi.
Si è esibito in concerti in Italia e all’ estero: Germania, Libano, Svizzera, Francia, Ungheria, Turchia, Spagna, Polonia, Stati Uniti, Sud America, Russia, Giappone e Cina, collaborando con importanti orchestre, quali l’ Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna  l’ Orchestra dell’Emilia Romagna “A. Toscanini”, l’ Orchestra dell’Arena di Verona, l’ Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, sotto la guida di illustri direttori: Lorin Maazel, Riccardo Muti, Daniel Oren, Eliahu Inbal, Isaac Karabtchevsky, Gary Bertini, Mstislav Rostropovich, Rafael Fruhbeck de Burgos, Georges Prêtre, Zubin Mehta, Daniele Gatti. Dal settembre 2012 entra di ruolo come insegnante di Tromba presso la Scuola Media Statale ad Indirizzo Musicale “Innocenzo da Imola”. 
Dal 2007 ad oggi viene invitato a tenere Master Class e Corsi Estivi a Monzuno (Bo), Verrucchio (Rn), S.Agata Feltria (Rn) e Longiano (Fc).

Martedì 30 luglio ore 18.00
BOLOGNA Aeroporto G. Marconi - Business Lounge
PRIMO PREMIO!
CALLISTO QUARTET
Paul Aguilar violino
Rachel Stenzel violino
Eva Kennedy viola
Hannah Moses violoncello
PRIMO PREMIO E MEDAGLIA D’ORO DEL FISCHOFF CHAMBER MUSIC COMPETITION 2018

Programma
György Ligeti Quartetto d’archi No. 1
Ludwig van Beethoven Quartetto d’archi Op. 95

CALLISTO QUARTET Vincitore del Gran Premio del concorso “Fischoff National Chamber Music” 2018, il Callisto Quartet, composto da quattro musicisti appassionati, nasce nel 2016 al Cleveland Institute of Music. Nel 2018 hanno vinto il primo premio al Melbourne International Chamber Music Competition, in cui erano l'unico quartetto nordamericano a partecipare, e il concorso Wigmore Hall International String Quartet.
Tra le loro principali guide ci sono Si-Yan Darren Li, Peter Salaff e Gerhard Schulz. Lavorano frequentemente con i Quartetti di Brentano, Cavani ed Emerson. Il quartetto è stato selezionato come CIM Apprentice Quartet per il 2017, una posizione che comprendeva attività di formazione e performance in tutta la comunità di Cleveland e un recital sulla serie di concerti della Cleveland Chamber Music Society. Hanno dato lezioni e tenuto corsi di perfezionamento al Bravo International Chamber Music Workshop, al Midwest Young Artists Conservatory e alla CIM Preparatory Division. Sono anche presenti come ensemble in residenza al Carolina Music Museum di Greenville, SC.
Il quartetto ha partecipato e suonato in numerosi rinomati festival di musica da camera come il Norfolk Chamber Music Festival, l'Accademia Internazione per quartetti d'archi McGill, lo Shouse Institute, il Juilliard String Quartet Seminar e il Robert Mann String Quartet Institute.
Nell'aprile 2018, su invito di Gerhard Schulz, hanno partecipato al seminario internazionale di musicisti della Prussia Cove, collaborando con Gidon Kremer e Thomas Ades. In quanto vincitore della Wigmore Hall Competition, il quartetto ha ricevuto un invito al Jeunesses Musicales International Chamber Music Campus a Weikersheim, in Germania, dove hanno lavorato con Heime Müller, Donald Weilerstein e il Casart di Casarteto. Tra le loro esibizioni dello scorso anno ci sono collaborazioni con il violoncellista David Geringas al concerto per il 20° anniversario della Cleveland Cello Society e con il pianista Gilles Vonsattel al Great Lakes Chamber Music Festival. Gli impegni nella stagione 2018-2019 includono i debutti a New York City sulla serie di concerti di Schneider e al Ravenna Festival. Collobareranno con il clarinettista Frank Cohen alla ChamberFest Cleveland Series e, a gennaio 2020, si esibiranno nel festival Heidelberg String Quartet.

mercoledì 4 settembre ore 18.00 
BOLOGNA Aeroporto G. Marconi - Business Lounge
AROUND
MAURIZIO BARBETTI viola
DONATO D’ANTONIO chitarra

Programma
Arvo Pärt Spiegel im Spiegel
Tigran Mansurian Vier hayren
Franz Schubert Allegro moderato da Sonata D. 821 “Arpeggione”
Benjamin Britten Lachrymae op. 48 
Niccolo’ Paganini Sonata Concertata 

MAURIZIO BARBETTI Dopo il Diploma di  Viola frequenta i Ferienkurse di Darmstadt studiando con Stefan Georghiu e Irvine Arditti; quest'ultimo gli consegnerà il Darmstadt Preis nel 1992. Nello stesso anno vince anche il Premio Internazionale di interpretazione Iannis Xenakis di Parigi..  Ha insegnato nei Conservatori di Mantova, La Spezia, Matera, Istituto Pareggiato di Reggio Emilia e Accademia della Musica di Milano. Si è  esibito come solista nelle più importanti sale del mondo: La Scala di Milano; Filarmonica di Berlino; Radio di Berlino; Mozarteum di Salisburgo; Opera di Nizza; Biennale di Venezia; Fondazione Gulbenkian di Lisbona; Amburgo (Staatsoper); Cochrane Theater di Londra; Darmstadt; Koln (Wdr); Witten, Francoforte; Hannover; Heilbronn; Rottenburg (Sudwestfunk); Wurzburg; Bonn; Bremen (Radio Bremen); Dresda; Lipsia; Monaco (Konzerthaus, registrando per la Bayerisher Rundfunk il concerto per viola di K.K. Hubler diretto da Robert HP Platz); Friburgo; Baden Baden; Bamberg; Belfast (Bbc); Parigi (Radio France); Strasburgo (Parlamento Europeo); Lyon (Grame); Orleans (Semaines Musicales Internationales); Lille; Siena (Accademia Chigiana); Auditorium di Milano; Roma (Teatro Nazionale); Conservatorio di Milano; Venezia (Sonopolis, Teatro La Fenice); Ravenna Festival; Torino; Madrid (Centro Bellas Artes; Centro Reina Sofia); Oporto; Mexico (Festival Internacional Cervantino); Rotterdam (Igic); Tel Aviv; Jerusalem; Bucharest (Ateneum); Innsbruck (Konservatorium); Finland (Time of Music); Vienna; Sapporo; Tokyo……. spesso accompagnato da prestigiosi gruppi come l'Ensemble Koln (di cui è stato prima viola solista dal '92 al '96); l'Ensemble Recherche Freiburg; Ensemble Concorde Dublin; Icarus Ensemble; Roma Sinfonietta; Monesis Ensemble; Modus Novus di Madrid e da importanti orchestre come Orchestra dell'Opera di Nizza; Orchestra della Radiotelevisione di Dublino, Orchestra Internazionale d'Italia; Euroasian Philarmonic Orchestra di Seul.  Ha eseguito in prima Irlandese “Chemins II” di Berio  per viola e orchestra  con l’Orchestra della Radiotelevisione di Dublino  diretta  da Friedrich Goldmann. Il Concerto è  stato trasmesso in diretta dalla BBC Radio3. Particolarmente attento alla produzione di musica "nuova", importanti compositori di tutto il mondo gli hanno dedicato opere per viola, tra questi  Paul Mèfano, Ennio Morricone, Luis de Pablo e Horatiu Radulescu. Di  Ennio Morricone  ha eseguito e inciso in prima mondiale il suo concerto per viola e orchestra, di Luis de Pablo,  ha recentemente eseguito in prima mondiale il brano “Anatomias” per viola e ensemble al Centro Reina Sofia di Madrid. Ha Collaborato col “Living Theatre” di New York e con Philippe Daverio per la realizzazione degli eventi “Bologna si rivela” e “Palermo si rivela”. Maurizio Barbetti ha tenuto  Master Class in importanti istituzioni come  all’ Irino Prize Foundation di Tokyo; Kunitachi College of Music (Tokyo);  Tokyo Gakugei University;  Toho Gakuen College of Drama and Music  (Tokyo);    Viitasaari Summer Academy (Finlandia), il Centro Nacional de Bellas Artes di Città del Messico; The Lucero Master Class a Parigi. Ha registrato per la Sudwestfunk; SFW di Berlino; WDR di Colonia; Radio France; Radiotelevisione Irlandese; Swisse Romande; Rai, Rai Sat oltre che per gli enti radiofonici e televisivi inglesi, messicani, giapponesi, austriaci, israeliani. Ha inoltre inciso, fra le altre, per le etichette discografiche Stradivarius (Milano), Mode Records (New York) e Col Legno di Baden Baden. Il suo ultimo cd dedicato a Kurtag è stato recensito con 5 stelle da “The Irish Time” e da “The Indipendent London”.

DONATO D’ANTONIO. Musicista versatile, si è esibito in sale da concerto e teatri come Leopold Mozart Saal e Wiener Saal (Salisburgo), Morse Hall/Hunter Music (New York), Palau de la musica (Valencia), Legacy Hall (Columbus USA), Uragami Hall (Hagi - Giappone), Teatro Lope de Vega (Siviglia), Teatro Isabelita (Granada), Alvar Aalto City Theatre (Seinajoki), Teatro Municipal (Valparaiso), Teatro Heredia (Santiago de Cuba), Teatro Ariosto (Buenos Aires), Castello Louis XI (La Cote St. André),Teatro do Sesc e Teatro Pedro II (Santos e Riberao Preto – Brasile). Affronta con consapevolezza e proprietà di linguaggio specifico repertori eterogenei collaborando stabilmente con le seguenti formazioni cameristiche: Open Quartet, Tango Tres, Grupo Candombe e in duo con il flautista Vanni Montanari, il violinista Roberto Noferini e il chitarrista Estone Tiit Peterson. Ha suonato con positivi consensi di pubblico e critica in Italia e all’ Estero (Argentina, Austria,  Croazia, Brasile, Cile, Cuba, Estonia, Finlandia, Francia, Germania,Giappone, Marocco, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, USA, Canada) e in occasione di festival, rassegne, stagioni ed eventi musicali come: Ravenna Festival, Roma Europa Festival, Cantieri della Zisa, Fondazione Rockefeller, Emilia Romagna Festival, Festival Internazionale del Caribe, V, VI, VII  VIII e IX Vertice mondiale del Tango, Concerti dell’ alba, Giubileo degli artisti, Da Bach a Bartok, Todi Festival, Dedicato a Segovia, Pievi e castelli in musica, Festival di Lipica, Tallinn Guitar Festival, Musiche in Mostra, Le cinque giornate, Salone del mobile, Festival LED, 47° Festival Musica Nova. Ha effettuato concerti insieme al flautista Massimo Mercelli, alla virtuosa americana Sharon Isbin, ai chitarrista Marko Feri (Slovenia) e Gustavo Costa (Brasile), agli attori Ivano Marescotti, Ruggero Sintoni, Paola Baldini, Enzo Vetrano, Stefano Randisi e Roberto “Freak” Antoni e in qualità di solista con le Orchestre Giovanile di Fiesole, Cherubini di Piacenza, Filarmonica USP dello Stato di S.Paolo. Ha partecipato a reading letterari insieme agli scrittori e poeti Maurizio Maggiani, Roberto Mussapi, Pier Luigi Berdondini, Monica Guerra, Ferruccio Brugnaro, Gian Ruggero Manzoni e ha sonorizzato opere degli artisti Mario Nanni e Mirco De Nicolò. Attivo nella musica contemporanea, ha lavorato con i compositori René Eespere, Shafer Mahoney, Aurelio Samorì, Franco Cavallone, Albino Varotti, Pierluigi Telli, Massimo Piva, Andreina Costantini, Giuseppe Cangini, Gian Paolo Luppi, Marco Biscarini, Paolo Geminiani, Daniele Furlati, Rossella Spinosa, Gianluca Baldi, Rubens Russomano Ricciardi, Martin Queralto, Hidehiko Hinohara, Fausto Razzi, Giorgio Colombo Taccani, effettuando dirette nazionali (RAI Radio Tre Suite e Radio National Argentina), registrazioni e prime esecuzioni di opere contemporanee per RAI Radio Tre, Radio Koper Capodistria e Radio Slovenia Uno. Ha inciso per Materiali sonori, Fare dollars music, Edizioni Borgatti, ERP, RMN music. Ha completato la sua formazione musicale diplomandosi in chitarra classica nel 1990 a pieni voti presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena. Ha frequentato per alcuni anni numerosi corsi di perfezionamento; fra gli altri: Pepe Romero al Mozarteum di Salisburgo, Pier Narciso Masi all’ Accademia Pianistica di Imola, Alirio Diaz, Manuel Barrueco, Oscar Ghiglia e Ruggero Chiesa, risultando vincitore di borse di studio e di concorsi chitarristici nazionali (Taraffo, Giovani Musicisti, Maddalena). Ha ultimato nel 2008, presso il Conservatorio “Gian Battista Martini” di Bologna e sotto la guida di Walter Zanetti, il biennio di specializzazione di II livello, laureandosi con il massimo dei voti con la tesi: “Manuel de Falla - Homenaje pour le tombeau de Claude Debussy”. E' stato “Guest Professor” alla Columbus State university, alla Susquehanna University (USA) e alla USP di Riberao Preto (Brasile) e svolge attività didattica presso Istituzioni Musicali Statali in Emilia Romagna. E’ co-fondatore di Diatonia con cui si occupa dal 1996 di progetti legati all’ arte contemporanea, Curatore musicale del Museo Carlo Zauli e Coordinatore artistico della Scuola Comunale G. Sarti di Faenza. 


Martedì 29 ottobre, ore 18.00
BOLOGNA Aeroporto G. Marconi - Business Lounge
PIANO SOLO
DANILO REA pianoforte
Un concerto in cui il grande pianista jazz mescolerà programmi dai sui dischi mescolando impressioni e improvvisazioni 

DANILO REA Uno dei migliori pianisti del jazz italiano, vanta una solida preparazione accademica essendosi diplomato presso il Conservatorio di musica S. Cecilia di Roma. Tra le collaborazioni concertistiche e discografiche ricordiamo quella con Chet Baker, Lee Konitz, Steve Grossman, Bob Berg, Michael Breker, Billy Cobam, Aldo Romano, Dave Liebman, Joe Lovano, ecc… Nell’ambiente pop vanta un curriculum fra i più prestigiosi: Mina, Pino Daniele, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia e molti altri. Ha collaborato, fre gli altri, con il quintetto di Giovanni Tommaso “Lingomania”(Top jazz 1987). Ha effettuato concerti in Francia, Inghilterra, USA, India, Senegal, Cina. Con il batterista Roberto Gatto ha inciso “Improvvisi”(Gala Records). Attualmente è co-leader del trio “Doctor 3”(con Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra) uno dei più applauditi gruppi italiani. Ha inciso per l’etichetta “Via Veneto“ il cd in solo “Lost in Europe” che testimonia il lungo tour del 2000. Le sue esibizioni si estendono anche al circuito classico tra le quali spiccano: partecipazione, come solista, all’opera di Roberto De Simone “Requiem per PierPaolo Pasolini“ al teatro San Carlo di Napoli sotto la direzione di Zoltan Pesko e in ensemble al teatro Rossini di Pesaro per il “Rossini Opera Festival” in seno al progetto “Rossini mon amour”; esibizione in duo con Roberto Gatto nell’ambito di una rassegna jazz al teatro dell’Opera di Roma. Da alcuni anni si dedica anche all’insegnamento partecipando a master di jazz e tecnica di improvvisazione.

martedì 10 dicembre ore 18.00 
BOLOGNA Aeroporto G. Marconi - Business Lounge
VOX CELLI
LAMBERTO CURTONI violoncello solo 
BRANI SELEZIONATI DA

Programma
T. Hume 
Captaine Hume Pavan
Harke, harke
The spirit of Gambo
D. Galli Sonata V 
J.S.Bach Suite IV in Mib Magg.
Musica Tradizionale (autori ignoti)Suite di brani popolari dalla tradizione Occitana
elaborazione e arrangiamento di Lamberto Curtoni
L. Curtoni Songs from earth and sea   
The Beatles Songs (arrangiamenti L. Curtoni)

Il programma si apre con brani del repertorio dedicato alla viola da gamba, parente stretta del violoncello, con brani di rara esecuzione di Tobias Hume virtuoso e compositore, nonché capitano d’armi e di Domenico Galli, violoncellista compositore liutaio e poeta di scuola emiliana.
Il concerto prosegue poi, con una Suite di J.S.Bach. L’inventiva poetica incontra la costruzione logica in questa Suite, costituita da una successione regolare di quattro danze francesi popolari, stilizzate da Bach per il timbro solistico del violoncello – allemande, courante, sarabande, gigue. 
Questo legame con la tradizione popolare ci porta ad una raccolta, Suite di brani popolari della tradizione Scozzese e Occitana. Tra questi si trovano celebri melodie e temi arcaici dei troubadour immergendoci in un’atmosfera lontana e fantastica.
A seguire alcuni brani estratti da Songs of earth and sea, dello stesso Curtoni, qui nella doppia veste di compositore ed esecutore. Una raccolta di composizioni, riflessioni e speculazioni dalla storia e la geografia dei luoghi che sono scenario della sua azione artistica e si racconta di persone e luoghi, misteri e leggende.
In conclusione al programma musicale una selezione di alcune celebri canzoni dei Beatles, il celebre gruppo che ha determinato grande innovazione nella musica pop diventando icona del secolo scorso. 

LAMBERTO CURTONI, violoncellista e compositore, nasce a Piacenza il 27 Settembre 1987 da una famiglia di musicisti.  Si diploma e si laurea con il massimo dei voti al Conservatorio “G.Verdi” di Torino sotto la guida di Dario De Stefano e successivamente ha studiato e si è perfezionato con Giovanni Sollima presso l’Accademia Romano Romanini di Brescia. Durante gli studi gli è stata assegnata una borsa di studio dalla Fondazione CRT. Debutta a 15 anni in recital con il pianoforte. 
Ha eseguito numerosi concerti in qualità di solista in prestigiose sedi li tra le quali: Festival “La Milanesiana” di Milano, Unione Musicale di Tori- no, Cervo Festival, Teatro Grande di Brescia, Viotti Festival di Vercelli, Foggia Auditorium di Santa Chiara , Monteverdi Tuscany Festival, Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro Valle Roma, Roma Jazz Festival, Casa del Jazz di Roma, Theatre Municipal di Bastia (Corsica), Theatre National d’Algerie (Algeria), Blue Note di Milano, Festi- val de Musiche de Conques (Francia) nel 2014 e 2015, Castello Sforzesco di Milano, Umbria Jazz, Teatro Massimo di Cagliari, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro San Carlo di Napoli, Brescia Teatro Grande e Ravello Festival (nel 2010 e nel 2013), riscuotendo ovunque unanimi consensi di pubblico e di critica. 
Ha collaborato con diversi artisti tra i quali: Gidon Kremer e la Kremerata Baltica, Yuri Bashmet e I Solisti di Mosca, Enrico Rava, Gavin Bryars, Julius Berger, Diego Fasolis, il coro femminile Islandese Graduale Nobili, Lyda Chen Argerich, Luca Ranieri, Enrico Fagone, Carlo Guaitoli, Michael Gutmann, An- drea Dindo, Gabriele Baldocci, Franco Battiato e prestigiosi ensemble tra i quali: Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma, Orchestra dei Pomeriggi Musicali, Orchestra di Padova e del Veneto e Ensemble cameristico dell’Orchestra RAI. 
Il suo repertorio spazia dalla musica antica ai nostri giorni, indagando sempre con attenzione la prassi esecutiva originale. Affianca la sua attività concertistica alla composizione. 
Alterna alla carriera classica anche momenti di sperimentazione e ricerca in diversi ambiti anche extra musicali, esperienze che spesso si traduco in nuove partiture. 
Divulgatore molto attento anche al pubblico più giovane, Lamberto Curtoni, collabora costantemente con Piergiorgio Odifreddi, Concita De Gregorio, Philippe Daverio, Peppe Servillo e vari registi e coreografi tra i quali: Valter Malosti, Federica Fracassi, Gianluca e Massimiliano De Serio e Matteo Levaggi per coniugare la musica ad altre forme artistiche. 
Yuri Bashmet, Luca Ranieri e i Solisti di Mosca gli commissionano un brano per due viole e archi, De Fidium Natura, eseguito in prima assoluta nel marzo 2011 presso il Teatro Grande di Brescia, ed in seguito alle Serate Musicali di Milano, all'Unione Musicale di Torino e al Festival d'Inverno di Sochi, in Russia. Nel 2012 in tour nei Paesi baltici la Kremerata Baltica esegue Isolario per orchestra d’archi ed electronics. Nello stesso anno a Como e a Padova prende parte al Gran Gala di Danza "Eleonora Abbagnato et ses amis" componendo ed eseguendo le musiche per un quadro dedicato al film di Luchino Visconti "Bellissima". 
Nel 2013 Mario Brunello lo invita a prendere parte alla realizzazione delle musiche di un video dedicato alle opere progettate dall'Architetto Aurelio Galfetti nella città di Padova. In questo periodo collabora con diversi musicisti extraclassici, tra i quali Edoardo De Crescenzo e Alessandro Mannarino. 
Nel luglio 2014 apre tutti i concerti del tour di Franco Battiato, su suo invito, con l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini: in programma la prima mondiale di Rinnovato mistero per archi, violoncello e santur (strumento a corde della tradizione classica iraniana). Nello stesso mese partecipa come "composer in residence" al Festival di Conques (Pirenei), con l’esecuzione di Daseia per violoncello solo, composta per Julius Berger, ed una Messa (Conquensis Messe) per organo, violoncello e coro, Conquensis Messe, ispirata alla musica tradizionale occitana. composizione in cui si è esibito anche con uno strumento riprodotto dalle raffigurazioni presenti sui capitelli dell’abbazia Romanica. Ed è stato invitato dallo stesso Festival l’anno successivo nuovamente in veste solistica. 
In ottobre, per una rappresentazione al Lincoln Center di New York, la compagnia del New York City Ballet gli commissiona un brano originale, Sensorium, per la coreografia di Matteo Levaggi. Nell’aprile 2015 si esibisce con Enrico Rava e Edmar Castaneda in Essenze Jazz al Palapartenope di Napoli. Nel luglio dello stesso anno partecipa con tre concerti al Festival letterario musicale "La Milanesiana", dividendo il palcoscenico con gli scrittori Melania Mazzucco, Jean Clair e Piergiorgio Odifreddi. 
Nella primavera 2016 l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano diretta di Diego Fasolis commissiona ed esegue il suo brano sinfonico Bersabea, ispirato a una delle città invisibili di Italo Calvino. Da questa performance e dalla relativa installazione allestita nel foyer del Teatro Dal Ver- me di Milano in collaborazione con l'architetto Marco Palma, Curtoni produce insieme al Curve Digital Studio di Torino il primo video immersivo nella storia della musica contemporanea, visionabile in Youtube digitando "Curtoni Bersabea”. Il video immersivo è stato costruito, da un’idea di Curtoni, sulla traduzione dei temi musicali in linguaggio di programmazione da cui è stata prima desunta un’opera materica e successivamente la versione immersiva. Nell’idea di entrare virtualmente nella partitura originale. 
Nell’estate 2017 ha debuttato al Ravello Festival Black Dust balletto commissionato e interpretato da Les Italiens de l’opera (interpreti principali l’Etoile Valentine Colasante e Alessio Carbone) formazione com- posta dai primi ballerini solisti de L’Opera de Paris, la serata che ha visto una grande partecipazione ed ha registrato il sold out di pubblico. 
Ancora nell’estate 2017 Lamberto ha debuttato con il brano Terzo Paradiso commissionatogli e ispirato al- l’omonima opera di Michelangelo Pistoletto. Nel settembre 2017 si è esibito, invitato dalla Fondazione del Teatro Grande di Brescia, in qualità di composer e performer. 
É il compositore della colonna sonora del film “The Broken Key” di Louis Nero interpretato, tra gli altri, da Geraldine Chaplin, Rutghert Hauer, William Baldwin, Franco Nero e Christopher Lambert in uscita Italiana nel Novembre 2017 prodotta da Warner Bros. e Casa Musicale Sonzogno e pubblicata da Warner Music. 
Nel Marzo 2018 è stato invitato a comporre un lavoro, Ice Flower, per la Nazionale Italiana di Pattinaggio artistico che ha eseguito live sul ghiaccio durante il gala conclusivo dei Mondiali 2018 di Pattinaggio Arti- stico tenutosi all’ Assago Forum in sold out di vendite con 12.000 spettatori e trasmesso in diretta in mondo- visione. Lamberto si è esibito sul ghiaccio assieme ai due volte campioni olimpici Charlene Guignard e Marco Fabbri. 
Nel febbraio 2018 debutta con l'attrice Federica Fracassi in Dora Pro Nobis, scritto da Concita De Gregorio, di cui compone e interpreta la musica. 
Nell’ estate 2018 torna per la sesta volta, in quattro edizioni consecutive, a "La Milanesiana", inaugurando il Festival al Piccolo Teatro con un concerto in duo con il pianista Carlo Guaitoli. 
Di recente pubblicazione il suo album “Rinnovato Mistero” per l’etichetta Egea, in cui, tra altri lavori, è con- tenuto il suo Concerto per Violoncello e archi, interpretato assieme alla Curtain’s String Orchestra. 
In Ottobre 2018 gli è stato conferito il premio quale miglior giovane talento in campo musicale ([...] “premiare il lavoro realizzato fino ad oggi, nonostante la giovane età, e valorizzare un talento che saprà dare ulteriore prestigio e un contributo di crescita al mondo dell’arte, della musica e dello spettacolo” [...]) dalla Fondazione Angeletti all’interno delle manifestazioni del Roma Film Festival.   La cerimonia che si è tenuta nell’Aula Magna de La Sapienza (Roma) ha visto anche Ennio Morricone tra i premiati, con un riconoscimento alla carriera. 
Sta ultimando la registrazione delle Sonate per violoncello e pianoforte del virtuoso ottocentesco Alfredo Piatti assieme al pianista Giovanni Doria Miglietta, prima registrazione assoluta. 
Attualmente sta lavorando assieme al celebre scrittore Tiziano Scarpa su un Melologo ispirato al suo romanzo, vincitore del Premio strega 2009, Stabat Mater che lo vedrà coinvolto sul palco assieme all’attrice Isabella Ragonese. Ha inciso per Universal, Stradivarius, Egea e Warner. Le sue composizioni sono edite dalla Casa Musicale Sonzogno di Milano. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Marconi Music Festival: tanta musica dal vivo in aeroporto, da Elio a Danilo Rea

    • Gratis
    • dal 23 maggio al 10 dicembre 2019
    • Business Lounge
  • 35 stagione concertistica del Circolo della Musica

    • dal 25 febbraio al 30 novembre 2019
    • sala Goethe Zentrum-Alliance Francaise

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • "Le colline fuori della porta": passeggiate ed escursioni per i colli bolognesi

    • Gratis
    • dal 24 marzo al 17 novembre 2019
    • Vari luoghi
  • Tartufesta 2019: il calendario delle sagre e delle degustazioni

    • Gratis
    • dal 4 agosto al 10 novembre 2019
    • Vari comuni dell'Appennino
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
Torna su
BolognaToday è in caricamento