Anniversario della morte di Ludovico Carracci: una mostra per ricordarlo

L'artista bolognese protagonista a Piacenza con L’arte della controriforma

In occasione dell’anniversario della morte di Ludovico Carracci (Bologna, 21 aprile 1555 – Bologna, 13 novembre 1619), il Museo della Cattedrale di Piacenza organizza, presso gli spazi espositivi annessi al museo, una serie di iniziative legate all’attività di Ludovico per Piacenza.

L’esposizione prevede due sezioni, una storico artistica e l’altra documentaria.

La parte storico artistica sarà volta a far comprendere il ruolo e l’influenza che Ludovico Carracci ebbe in area piacentina, l’indiscutibile fama che dovettero riscuotere localmente le pitture lasciate dal maestro bolognese.

L’evento sarà il primo dedicato a Ludovico in quest’area e offrirà l’occasione di ammirare da vicino alcune opere del maestro, come la tela conservata in cattedrale e collocata sinora in posizione inaccessibile, raffigurante San Martino che dona il mantello a un povero.

Sarà possibile approfondire la conoscenza del ciclo pittorico realizzato tra 1605 e 1609 in presbiterio e abside da Ludovico Carracci, Camillo Procaccini, e i collaboratori Lorenzo Garbieri e Giacomo Cavedoni. Nel contesto dell’evento si potranno avvicinare gli affreschi salendo in quota da nuovi affacci dai matronei del presbiterio e, mediante itinerari guidati appositamente predisposti, si approfondirà la conoscenza anche degli affreschi del ciclo staccati all’inizio del Novecento e conservati nel salone del Palazzo Vescovile.

Una sezione apposita della rassegna riguarderà i documenti originali esistenti presso l’Archivio Capitolare del duomo e l’Archivio Storico Diocesano di Piacenza sull’attività di Ludovico per il duomo di Piacenza.

Apparati didattici illustreranno l’attività locale dell’artista e la ricaduta sul contesto pittorico di quest’area nord emiliana e proporranno la ricostruzione figurativa del ciclo per la cattedrale nella sua integrità (precedente agli smantellamenti di epoca scalabriniana).Il progetto è ideato dall’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Piacenza-Bobbio e realizzato con la collaborazione di Cooltour s.c.

Carracci, Guido Reni, Guercino: i pittori del Seicento bolognese in mostra

IL NUOVO PERCORSO DI SALITA
La decorazione del presbiterio, commissionata dal vescovo Claudio Rangoni per adeguare la Cattedrale ai caratteri della Controriforma, caratterizzata da un’importante ciclo decorativo inneggiante la vita della Vergine a cui il Duomo è dedicato, realizzata in parte ad affresco e in parte ad olio su tela, vide protagonisti due artisti di fama, Camillo Procaccini (Bologna, 1543 - Milano, 1629) e Ludovico Carracci (Bologna, 1559-1619), oltre ai collaboratori di quest’ultimo, Lorenzo Garbieri e Giacomo Cavedoni (Sassuolo, 1577 - Bologna, 1660).

Il percorso museale in quota finora esistente, realizzato nel 2017 per la salita alla cupola del Guercino, escludeva la possibilità di una visione ravvicinata de ciclo di affreschi dalle trifore del presbiterio. In occasione delle celebrazioni sarà realizzata un nuovo affaccio che dal sottotetto della cappella laterale al transetto, quella dedicata a Sant’Alessio, attraverso l’accesso ai ballatoi interni, consentirà di ammirare da vicino lo straordinario apparato decorativo di inizio Seicento.

ESPOSIZIONE DELLA TELA “San Martino che dona il mantello a un povero”.

Si articola in due sezioni:

Prima sezione: pittorica

Prevede l’esposizione dell’opera di Ludovico Carracci San Martino dona il mantello al povero, 1614, finora in duomo ad altezza inaccessibile, per una approfondita visione.

Seconda sezione: documentaria

Prevede l’esposizione dei seguenti documenti inerenti il ciclo realizzato in cattedrale, provenienti dall’Archivio Storico Diocesano di Piacenza, Mensa Vescovile e dell’Archivio Capitolare del Duomo.

TOUR CARRACCI

Ogni domenica alle ore 16:00, su prenotazione, sarà possibile effettuare il tour guidato completo di tutte le aree dell’evento. La tariffa per la visita guidata è 6 euro + prezzo del biglietto. Prenotazione obbligatoria.

LE VISITE AL PALAZZO VESCOVILE

In collaborazione con Cooltour s.c. verranno effettuate visite accompagnate (max. 20 persone a visita) agli affreschi staccati del ciclo presenti nel salone del Palazzo vescovile, così da poter approfondire la conoscenza delle parti del ciclo meno note, poiché collocate da inizio Novecento nel salone dell’edificio, abitualmente non accessibile a turisti e visitatori della Cattedrale.

Fino ad esaurimento posti. Prenotazione gradita.

IL CONVEGNO DI STUDI

Ludovico Carracci a Piacenza. L’arte della Controriforma. Celebrazioni dei 400 anni dalla morte (1619-2019)

Nell’ambito delle celebrazioni è previsto un convegno di approfondimento a Piacenza, in Palazzo vescovile, nella giornata di sabato 19 ottobre 2019 (ore 15:00).

Nel 400o anniversario della scomparsa del pittore, Piacenza lo ricorda con un evento dedicato che prevede gli interventi di storici dell’arte esperti del settore. Verranno approfonditi alcuni aspetti della sua attività emiliana e della cultura pittorica coeva e, in particolare, si punterà l’attenzione sull’operato piacentino del maestro bolognese.

In apertura il saluto delle autorità. Interverranno: Manuel Ferrari, Daniele Benati, Alessandro Brogi, Sonia Cavicchioli, Robert Maier, Susanna Pighi. A seguire sarà possibile, per i partecipanti, una visita al museo (è necessario comunicare la propria adesione).

Tutti i dettagli sulla mostra

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Rissa dopo Bologna - Milan: tifoso accoltellato, è grave

Torna su
BolognaToday è in caricamento