Frammenti di Storia: l'Italia attraverso le immagini della Polizia Scientifica

Dal 21 al 25 novembre la mostra fotografica della Polizia Scientifica, prima nel suo genere, che intende raccogliere alcuni dei momenti salienti della storia nazionale attraverso una carrellata di scatti di uomini e donne che hanno fermato il tempo sulle scene dei crimini che hanno segnato la storia del nostro Paese: stragi, omicidi, catastrofi naturali, personaggi ed eventi diversi legati da un filo rosso rappresentato dal lavoro della Polizia Scientifica, che proprio quest’anno compie 115 anni, un’eccellenza nel panorama internazionale da sempre al servizio delle libertà del cittadino.

Numerose le curiosità da vedere: le impronte di un inedito Mussolini, non calvo ma con i capelli, il cartellino fotosegnaletico di un giovane antifascista Sandro Pertini, il sequestro di Aldo Moro, le stragi di Capaci e di via D´Amelio, i pizzini di Bernardo Provenzano.

La rassegna fotografica è impreziosita da immagini riguardanti i momenti più drammatici della storia del capoluogo bolognese, vissuti e cristallizzati dagli operatori negli anni in servizio presso il Gabinetto Regionale di Bologna: le stragi del treno Italicus, della Stazione Centrale, del Rapido 904, gli omicidi delle Brigate Rosse, la banda della “Uno Bianca”.

Un’occasione per rivivere o avvicinarsi per la prima volta a episodi a volte drammatici della realtà italiana permettendoci di comprendere meglio la società passata e di costruire quella che verrà.

C'è, poi, uno sguardo anche al futuro, ormai anche presente, alle tecniche basate sulla rivoluzione digitale, grazie alla quale la Polizia Scientifica continua a stare al passo dell'innovazione tecnologica e a sfruttare l'evoluzione delle scienze forensi.

In Piazza Maggiore è stato esposto il FIAT “Forensic Fullback”, di cui la Polizia Scientifica si è recentemente dotata, e che viene utilizzato principalmente per la specifica attività di esame della scena del crimine. Si tratta di un veicolo moderno e tecnologicamente avanzato, specializzato, un pick-up totalmente attrezzato e studiato sulle esigenze degli operatori della Polizia Scientifica, che consente loro di svolgere al meglio il proprio lavoro, garantendo alti livelli di efficienza ed efficacia.

Al suo interno viene allocato un gazebo montabile che fa da base operativa; sono inoltre presenti tutte le attrezzature necessarie a repertare e conservare le tracce e le impronte al fine di poter ricostruire la scena del crimine, quali dispositivi di protezione individuale, polveri esaltatrici, lampade forensi, buste di sicurezza e tutto l’occorrente per rispettare i rigidi protocolli previsti dalla certificazione di qualità.

La Squadra Sopralluoghi della Polizia Scientifica esegue infatti una ricostruzione precisa e fedele dello stato dei luoghi che si presenta immediatamente dopo il delitto, effettuando la ricerca e la repertazione scrupolosa di ogni minima traccia o indizio materiale da utilizzare successivamente, nel corso delle indagini sia di polizia giudiziaria che di laboratorio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Botero: a Palazzo Pallavicini una inedita mostra sull'icona dell'arte sudamericana (prolungata)

    • dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Palazzo Pallavicini
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 dicembre 2019 al 24 maggio 2020
    • Museo Civico Archeologico

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Botero: a Palazzo Pallavicini una inedita mostra sull'icona dell'arte sudamericana (prolungata)

    • dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Palazzo Pallavicini
  • Teatro Duse, stagione 2019/2020: il cartellone conta 60 spettacoli, grande protagonista Gianni Morandi

    • dal 4 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Teatro Duse
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento