Le 5 mostre di maggio da non perdere

L'arte in giro per la città fra musei e palazzi storici: tante le occasioni per godere di bellezza e cultura a primavera

L'arte in giro per la città fra musei e palazzi storici: il mese di maggio offre tante opportunità di cultura. 

Ecco le 5 mostre da non perdere: 

1."Giappone. Storie d'amore e di guerra": la mostra a Palazzo Albergati

Geisha e samurai, donne bellissime ed eroi leggendari, attori kabuki, animali fantastici, mondi visionari e paesaggi bizzarri sono i protagonisti della mostra Giappone. Storie d'amore e di guerra. Attraverso una selezione di oltre 200 opere, il Mondo Fluttuante dell'Ukyo-e arriva per la prima volta a Bologna a Palazzo Albergati, calato per l'occasione nella elegante e raffinata atmosfera del periodo Edo (1603-1868).
 

2. "Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky" al MAMbo

REVOLUTIJA. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky. Capolavori dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo al MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna: dal 15 dicembre 2017 al 13 maggio 2018, prodotta e organizzata da CMS. Cultura in partnership con il Comune di Bologna - l’Istituzione Bologna Musei, realizzata grazie a una collaborazione esclusiva con il Museo di Stato Russo, San Pietroburgo. SOLO FINO AL 13 MAGGIO

3. “Vivian Maier”, una straordinaria mostra fotografica

Dal 3 Marzo al 27 maggio 2018 l’incantevole Palazzo Pallavicini, dopo la mostra dedicata a Milo Manara, proporrà al pubblico un’esposizione dal linguaggio totalmente diverso: le sale rinascimentali del Palazzo presenteranno “Vivian Maier”, una straordinaria mostra con le magnifiche fotografie di una delle fotografe più apprezzate di questo secolo.“

4. Il Nettuno: architetto delle acque": la mostra in Santa Maria della Vita

In occasione della fine dei restauri alla fontana del Nettuno, Fondazione Carisbo e Genus Bononiae, Musei nella Città presentano negli spazi dell’Oratorio e del Museo di Santa Maria della Vita, la mostra Il Nettuno: architetto delle acque. Bologna, l’acqua per la città tra Medioevo e Rinascimento, a cura di Francesco Ceccarelli ed Emanuela Ferretti.“

5. Una mostra dedicata a Zhang Dali: "Meta-Morphosis"

A Palazzo Fava dal 23 marzo al 24 giugno una mostra dedicata a Zhang Dali. Pittore, scultore, performer, fotografo, Zhang Dali è definito street artist per l’irriducibile volontà di cercare un dialogo con tutti gli elementi che permeano lo spazio urbano. A Bologna, dove ha vissuto dall’89 al ’95 dopo la protesta di piazza Tienanmen, scoprì la graffiti art, forma artistica che portò poi in Cina diventatone il precursore.  
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento