Mostre personali di Odile Chalmin e Bernard Merces

La Galleria d’Arte Contemporanea Wikiarte in Via San Felice 18 – Bologna

È lieta di informarvi che sabato 15 giugno 2019 ore 18.00 si terrà l’apertura delle mostre personali di
ODILE CHALMIN e BERNARD MERCES, durante la serata presenzierà la Dott.ssa Francesca Bogliolo

Colpo di fulmine

L’arte poggia le sue fondamenta sul saper osservare e il saper ascoltare, attività diverse ma complementari. Dare ascolto comporta per traslato la possibilità di essere ascoltati, di entrare in relazione con l’altro, come se ci si trovasse davanti a uno specchio capace di rispondere alle nostre più intime domande. Tra chi opera e chi guarda, mettendosi in ascolto delle proprie emozioni più profonde, si instaura un dialogo complesso e articolato che, coinvolgendo anche l’opera prodotta, può favorire le condizioni ideali per la nascita di nuove realizzazioni, possibili solo alla luce di una continua ricerca di scambio che sia anche emozionale. L’incontro tra Bernard Merces e Odile Chalmin è un incontro costante: i due artisti, che vivono e lavorano insieme, se pur in spazi diversi, condividono una dimensione di confronto che rivela un desiderio espressivo comune. Quotidianamente, l’arte sgorgata dall’inconscio di Odile, intensa e emozionale, si affianca alla sintesi visiva di Bernard, carica di suggestioni derivanti dall’equilibrio delle forme. Similitudini e differenze si alternano sul piano personale e artistico, valorizzandosi e arricchendosi a vicenda ma rimanendo indipendenti, fino al giorno in cui una fotografia di Bernard, in un’occasione casuale, si affianca alla pittura di Odile, che solo apparentemente gli si discosta, in una sorta di involontario quanto suggestivo “cadavere squisito” su una parete a loro familiare. Da quel momento, durante il quale gli artisti si rendono conto della possibilità per le opere pittoriche e fotografiche di convivere con armonia, ha inizio un progetto di dialogo analogico sviluppato dalla coppia di artisti su tre piani: estetico, cromatico, tematico. È l’incontro singolare tra due personalità, due forme di espressione differenti, due modi diversi di recepire il mondo. Il discorso artistico viene pazientemente articolato intorno a un soggetto comune: la relazione. Il risultato proposto al pubblico favorisce una riflessione sui linguaggi artistici e sulle infinite possibilità emozionali che questi possono originare. Odile e Bernard sanno guardare oltre la realtà per addentrarsi nel sentimento e le sue infinite sfaccettature, invogliandoci a fare altrettanto: un invito che ognuno di noi è caldamente invitato a raccogliere.

Francesca Bogliolo



 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Botero: a Palazzo Pallavicini una inedita mostra sull'icona dell'arte sudamericana (prolungata)

    • dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Palazzo Pallavicini
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 dicembre 2019 al 24 maggio 2020
    • Museo Civico Archeologico

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Botero: a Palazzo Pallavicini una inedita mostra sull'icona dell'arte sudamericana (prolungata)

    • dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Palazzo Pallavicini
  • Art City White Night: la notte bianca dell'arte sabato 25 gennaio 2020

    • solo domani
    • Gratis
    • 25 gennaio 2020
    • Vari luoghi della città
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento