"La natura delle cose": sette giovani artisti, sette punti di vista

Bruno Zhang

Mostra numero tre per mtn | museo temporaneo navile. E con questa esposizione, il primo museo di quartiere in Italia si apre alla collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bologna, proponendo le opere di sette studenti della prestigiosa cattedra del Prof. Luca Caccioni.

Da un seminario si presentano sette artisti allievi del Corso di Arti Visive del prof. Luca Caccioni Paolo Bufalini, Edoardo Ciaralli, Angela Grigolato, Jacopo Naccarato, Camilla Riscassi, Xia Shafei, Bruno Zhang.

Avendo già da alcuni mesi ospitato un tirocinio formativo di 220 ore di studenti di didattica dell’arte, il museo intende essere un luogo di formazione e crescita professionale per i giovani, oltre che uno spazio di proposta culturale e artistica di qualità. L’aspetto legato alla formazione degli studenti e in generale dei cittadini pensiamo sia fondamentale nella costruzione condivisa di nuovi valori, per una crescita armonica della società, ed è dunque nostra intenzione favorirla in tutti i modi possibili.

Le opere degli studenti presenti in La natura delle cose sono frutto di un seminario tenuto dal prof. Caccioni intorno al concetto di natura: ognuna di esse offre allo spettatore un punto di vista inedito su questo concetto, favorendo, anche grazie ai molti mezzi espressivi presenti, una visone complessa e sfaccettata sull’idea di natura oggi.

La mostra è inoltre inserita nell’ambito dell’Open Tour 2019, dove molte gallerie e spazi ospiteranno dal 20 giugno le mostre degli studenti dell’Accademia di Belle Arti. Tutta la città di Bologna potrà dunque vivere questo importante momento artistico grazie alla freschezza e all’energia di giovani artisti.

E in parallelo, sempre al mtn - museo temporaneo navile PROJECT ROOM | TERRITORI: Giovanni Blanco, Lavinia Bolognini, Lorenzo Di Lucido, Lucia Lamberti, Corrado Levi, Samuele Menin, Fabrizio Perghem, Giulio Saverio Rossi, Namsal Siedlecki, Attilio Tono, Moe Yoshida.
OPENING: 7 giugno h 18
07|06|-28|06|19
La project room del museo ospiterà quattro nuovi artisti insieme ad alcuni della precedente edizione. La project room è uno spazio che il museo dedica alla pratica del museo dislocato e democratico. Infatti, le opere dopo essere state esposte nel museo per un mese, possono venire richieste in prestito temporaneo dagli abitanti della Trilogia Navile. Questo progetto innovativo pensiamo possa favorire nei cittadini un’esperienza viva e diretta dell’arte e una maggiore conoscenza delle tematiche alla base della vita contemporanea.

 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Botero: a Palazzo Pallavicini una inedita mostra sull'icona dell'arte sudamericana (prolungata)

    • dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Palazzo Pallavicini
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 dicembre 2019 al 24 maggio 2020
    • Museo Civico Archeologico

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Botero: a Palazzo Pallavicini una inedita mostra sull'icona dell'arte sudamericana (prolungata)

    • dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Palazzo Pallavicini
  • Art City White Night: la notte bianca dell'arte sabato 25 gennaio 2020

    • solo domani
    • Gratis
    • 25 gennaio 2020
    • Vari luoghi della città
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento