Ondivaghi: esperienze di teatro integrato

da sabato 26 a domenica 27 ottobre 2019 celebriamo il genio di Leonardo Da Vinci in questo week-end di TEATRO INTEGRATO, parte del programma di Rete teatri Festival, a cura dei Teatri Solidali.
dove : Centro Civico Borgatti in via Marco Polo 51, Bologna
INGRESSO LIBERO ALLO SPETTACOLO E LABORATORI GRATUITI

LO SPETTACOLO
sab 26 ottobre 2019 | ore 21:30
Fuori Onda
spettacolo di improvvisazione teatrale con gli attori di Zoè Teatri
Pensato per celebrare i 500 anni della morte di Leonardo Da Vinci, colui che si definiva : “omo sanza lettere” che seguiva la “maestra vera”, cioè la “sperientia”, in grado di generare improvvise intuizioni. Ispirandosi a Leonardo che danzava nei mari delle scienze mescolando arte, estetica e ingegneria, gli attori di Zoè Teatri accoglieranno le improvvise intuizioni per sperimentare ingegnose soluzioni. Il pubblico farà la sua parte, fornendo spunti e suggerimenti durante lo spettacolo.

I LABORATORI
sabato 26 ottobre | ore 10 -13 | Intuizioni > a cura di Zoè Teatri
Il genio e la sua capacità di farsi ispirare : esploriamo il rapporto tra il singolo e il gruppo nel processo creativo. L’eccellenza del singolo è ispirazione per coloro che gli stanno intorno e questi ultimi generano ulteriore ispirazione per il singolo, fino a quando i confini si fanno sempre più sfumati e ogni elemento influenza l’altro.

sabato 26 ottobre | ore 14 -18 | Ornitotteri a cura di Teatro di Camelot
Nella mente di Leonardo gli ornitotteri sono oggetti meccanici che, nonostante il loro peso, possono volare, producendo l’energia necessaria.
Quando in teatro vengono coinvolti attori con disabilità viviamo la stessa apparente impossibilità: come possiamo comunicare con il pubblico se i nostri mezzi espressivi sono imperfetti, “mancanti di qualcosa”?
Qualche esperienza per comprendere come da quelle mancanze siamo invece, tutti, stimolati al pensiero laterale, all’attenzione alla scala “micro”, alla ricerca di linguaggi addirittura più raffinati e sottili.

domenica 27 ottobre | ore 10-13 |L’uovo di Colombo a cura di Teatro di Camelot
Come sviluppare un ascolto corporeo adattato all’azione teatrale che porti persone diverse a lavorare insieme riducendo al minimo la necessità di istruzioni e controllo razionali, ma esercitando invece un agire ed un sentire comune, che genera coesione di gruppo e migliora le facoltà comunicative di tutti. Qualche esempio e molta pratica, verso una micro messa in scena.

Ondivaghi è gratuito perchè f parte del progetto Ri-generazioni, un progetto di Zoè Teatri, reso possibile grazie al contributo di Fondazione Carisbo e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e alle sinergie con : ASP Città di Bologna, Biblioteca Lame Cesare Malservisi, Istituto Comprensivo IC3, Istituzione Gian Franco Minguzzi, Quartiere Navile, Associazione Status Equo, Centro Sociale Casa Gialla ,Teatro di Camelot

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Teatro Duse, stagione 2019/2020: il cartellone conta 60 spettacoli, grande protagonista Gianni Morandi

    • dal 4 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Teatro Duse
  • Teatro Arena del Sole e Teatro delle Moline: la programmazione 2019/2020

    • dal 15 settembre 2019 al 9 aprile 2020
    • Teatro Arena del Sole
  • Teatro Celebrazioni: la stagione di prosa 2019/2020

    • dal 24 ottobre 2019 al 25 gennaio 2020
    • Teatro Il Celebrazioni

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • "Le colline fuori della porta": passeggiate ed escursioni per i colli bolognesi

    • Gratis
    • dal 24 marzo al 17 novembre 2019
    • Vari luoghi
  • Cioccoshow 2019: torna la festa del cioccolato a Bologna

    • Gratis
    • dal 21 al 24 novembre 2019
    • Piazza XX Settembre
  • "Anthropocene": mostra multidisciplinare sull’impatto dell’uomo sul pianeta

    • Gratis
    • dal 16 maggio 2019 al 5 gennaio 2020
    • Fondazione MAST
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento