Urban flava, la primavera del LINK

Il Link festeggia la primavera con Urban Flava, un festival all'aperto di quattro giorni dedicato alla street culture, con live, dj set e incontri che ripercorrono la storia e il presente dell'hip hop a Bologna.

L'occasione per celebrare i 25 anni di un movimento partito dal vecchio Link di via Fioravanti e dal Livello 57 che ha accompagnato e promosso l'evoluzione dalla scena urban nazionale e non solo.
C'erano Dj Gruff, Neffa, Deda, Kaos, Esa, Carry D, La Pina e Papa Ricky. C'erano le collaborazioni grafiche con Phase 2, uno degli eroi e padri fondatori del writing americano. E c’era e c’è ancora Soul Boy, rapper originario delle Barbados e figura di riferimento in grado di creare quelle connessioni che resero Bologna una delle capitali europee dell’hip hop. Una commistione magica sfociata per oltre 20 edizioni nello storico festival Flava of The Year, un'istituzione per gli amanti del genere. Da lì sono passati praticamente tutti: Talib Kweli, Redman, Method Man, Rza, Africa Bambaataa, Rampage e molti molti altri. Urban Flava nasce come il suo naturale proseguimento con quattro giornate nelle quali si alterneranno showcase, battle e performance divise in varie discipline.

Si parte dalle h 16 di mercoledì 24 aprile con una tavola rotonda dedicata al vinile, ma è da giovedì 25 aprile che si entra nel vivo del festival. Prima l'esibizione pomeridiana di alcuni writer locali e la presenza di Wany e del suo collettivo di grafici di fama nazionale. Poi i live e i set serali con un nome di punta: gli americani Black Sheep, nome storico della scena hip gop americana. Insieme a loro alcuni dei pionieri italiani del genere, da Dj Lugi fino allo showcase dei riminesi Word & Fadamat, per finire con il bolognese doc Brenno e il ritorno al Link della mic battle End of The Weak.

Venerdì 26 spazio all'amarcord con una grande festa reggae che ruota attorno ai Sud Sound System, storici ospiti degli inizi che per l'occasione si esibiranno nella loro versione dance hall in compagnia di Dj MadKid, uno dei migliori e più conosciuti dj reggae in Italia, e del singer italiano Forelock.

Si chiude sabato 27 con i suoni jungle & bass della Drum'n'bass Arena, altro mitico format che porterà in consolle alcuni degli storici residenti e dj della scena italiana e bolognese.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Sotto le stelle del cinema": il programma del cinema in Piazza Maggiore e al BarcArena

    • Gratis
    • dal 4 luglio al 1 settembre 2020
    • Piazza Maggiore e BarcArena
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 dicembre 2019 al 29 novembre 2020
    • Museo Civico Archeologico
  • Rocchetta Mattei riaperta al pubblico con un nuovo percorso

    • dal 23 maggio al 31 agosto 2020
    • Rocchetta Mattei
  • La Collina delle Meraviglie: il programma dal 16 giugno al 15 settembre

    • dal 16 giugno al 15 settembre 2020
    • Colli bolognesi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento