L'arte con lo sguardo all’insù

Un concept nel quale il visitatore è dentro l’opera, “immerso” in una realtà virtuale e multimediale ideata con installazioni che stimolano la curiosità e il coinvolgimento emotivo. Far conoscere al pubblico la storia, l’arte e l’architettura di luoghi di grande interesse, con un’attenzione particolare alla struttura e ai decori delle volte e dei soffitti degli edifici: questo è lo spirito che anima l’iniziativa di Voltecupolesoffitti.it.

Il progetto

Accedere a luoghi prima difficili o impossibili da visitare ora è possibile. Il progetto, nato dall’idea di Giuseppe Porisini nel 2006, è stato presentato alla “Settimana della Cultura”, ha il patrocinio del MIBAC e consente di scoprire e rivalutare gioielli artistici in modo innovativo ed originale.  Quante volte ci siamo soffermati ad ammirare in un palazzo storico, una basilica, una villa, le opere meravigliose che adornano le pareti. Opere d’arte che il mondo intero ci invidia e che raccontano la nostra storia, le nostre origini e disegnano quello stile che ha fatto dell’Italia la capitale mondiale dell’arte. Spesso qualcosa sfugge al nostro sguardo, forse perché non è sul nostro abituale orizzonte, esce dal nostro campo visivo, lontano e scomodo da vedere, eppure vi si cela la massima espressione dell’arte e dell’architettura. Sono le volte, le cupole, i soffitti e racchiudono segreti di valore incomparabile.

Affreschi, mosaici, sculture, stucchi che rischiano di passare inosservati perché lontani dal punto di vista dal quale normalmente guardiamo le cose. Il progetto proposto per il 2019 si basa su uno studio preliminare dei materiali fotografici elaborando un percorso di valorizzazione multimediale basato sulle caratteristiche dell’ambiente espositivo e sulle esigenze di fruizione, così da poter coinvolgere utenti di fasce di età e background differenti in un’esperienza immersiva. Il visitatore “dentro” l’opera e una mostra child-friendly.

L'iniziativa: il coinvolgimento dei bambini

Una realtà coinvolgente proiettata a stimolare la curiosità e il coinvolgimento emotivo. I giovani visitatori tra i 5 e 11 anni saranno più di 400 ai quali saranno forniti gli strumenti che consentiranno di apprendere giocando. Oltre la visita guidata ci saranno laboratori ideati appositamente in modo da mettere a frutto le informazioni apprese e acquisire al contempo competenze logico-deduttive legate alla dinamica di gioco. La fruizione multimediale aiuterà anche i giovani visitatori ad avvicinarsi e a prendere familiarità con un’esperienza a loro estranea secondo i metodi di apprendimento a loro più vicini, che li stimolerà ad approfondire le informazioni.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Location

Complesso del Baraccano, Sala Museale Elisabetta Possati

Orari

Tutti i gioni dalle 9 alle 13 visite guidate e laboratori gratuiti per gruppi di bambini con prenotazione

Tutti i giorni dalla 15 alle 19 ingresso libero

Indirizzo

Quartiere Santo Stefano – Via Santo Stefano, 119 Bologna

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • "Anthropocene": mostra multidisciplinare sull’impatto dell’uomo sul pianeta

    • Gratis
    • dal 16 maggio 2019 al 5 gennaio 2020
    • Fondazione MAST
  • Gran Presepe di Via Azzurra: per Natale torna il piccolo paese animato

    • Gratis
    • dal 1 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • via Azzurra n°10

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Torna il Villaggio di Natale Francese in Piazza Minghetti

    • dal 23 novembre al 22 dicembre 2019
    • Piazza Minghetti e Piazza del Francia
  • "Anthropocene": mostra multidisciplinare sull’impatto dell’uomo sul pianeta

    • Gratis
    • dal 16 maggio 2019 al 5 gennaio 2020
    • Fondazione MAST
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento