Da Vergato ad Atene e Stoccolma: il progetto Erasmus degli studenti delle Veggetti

Ultimo appuntamento a maggio 2020 a Günzburg, vicino Monaco di Baviera

Prosegue con  grande successo l’esperienza “Erasmus+”, dedicata al progetto “Solidarité: à vous les jeunes!” che coinvolge alcuni studenti delle scuole secondarie di primo grado “E. Veggetti” di Vergato insieme ai loro coetanei provenienti da Germania (Günzburg), Grecia (Atene) e Svezia (Falun).

Partito a settembre 2018, il progetto biennale finanziato dall’Unione Europea prevede scambi reciproci e attività che si propongono di combattere contro ogni forma di violenza (e in particolare contro il bullismo) e sviluppare il tema della solidarietà.

Dal 7 al 14 dicembre 2019,  4 alunni delle scuole Veggetti, accompagnati dai docenti Mariateresa Verderame (responsabile del progetto) ed Emanuele Vigna sono stati accolti a Falun, una città a circa 3 ore di treno da Stoccolma. Il primo 'scambio' era avvenuto a febbraio 2019 in Grecia, ad Atene. In quell’occasione 6 alunni delle scuole Veggetti furono accolti ad Atene da famiglie molto ospitali che li accompagnarono alla scoperta delle bellezze del territorio.

La seconda tappa del progetto si è svolta in Italia dal 30 marzo al 4 aprile 2019 a Vergato, dove le famiglie dei ragazzi partecipanti al progetto Erasmus+ hanno accolto una ventina di alunni stranieri. Tra le altre attività i ragazzi hanno cantato in francese, accompagnati dall’orchestra Veggetti e da “I Flauti del Reno”, la canzone contro bullismo e cyberbullismo “Siamo diversi tra noi”, scritta da Marco Baruffaldi e tradotta in francese col titolo “Nous sommes tous les mêmes”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ultimo appuntamento a maggio 2020 a Günzburg, vicino Monaco di Baviera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alma Orienta: l'appuntamento si svolge online a maggio

  • Scuola: per la didattica a distanza in Emilia Romagna 5.466.830 euro

  • Insegnare da casa: da Google raccolta di informazioni e strumenti per la formazione a distanza

  • Appennino: dal 2021 i servizi scolastici potranno essere pagati online

Torna su
BolognaToday è in caricamento