Frame insieme a Marco Guazzone & Stag per dire no al bullismo!

Con un video-messaggio di Marco Guazzone e degli Stag inaugura oggi la campagna/progetto Bye Bye Bulli dell'Associazione Frame, che mira a contrastare il bullismo omofobico nelle scuole, portando un forte messaggio di inclusione sociale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Con un video-messaggio di Marco Guazzone e degli Stag inaugura oggi la campagna/progetto Bye Bye Bulli dell'Associazione Frame, che mira a contrastare il bullismo omofobico nelle scuole, portando un forte messaggio di inclusione sociale."Per FRAME è importante che degli artisti giovani ed emergenti come gli Stag abbiano aderito da subito al progetto Bye Bye Bulli - spiega Michele Giarratano portavoce dell'associazione - lanciando un forte messaggio di solidarietà che invita ogni ragazza e ogni ragazzo ad essere se stessa/o senza vergogna o paura! Altri artisti hanno dato la loro adesione e siamo certi che nelle prossime settimane vedrete online tantissimi messaggi di supporto alle migliaia di studenti gay, lesbiche e trans presenti nelle scuole italiane!"

"E' molto importante lottare per difendere quello che siamo - affermano Marco Guazzone e gli Stag - perché l'unicità di ognuno di noi merita sempre tutela e rispetto. E' speciale poter offrire il nostro sostegno attraverso la musica perché è un linguaggio che rende ogni messaggio universale"

Bye bye bulli è un progetto educativo che mira a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche legate all'identità e all'orientamento sessuale, con l'obiettivo di combattere il pregiudizio, la discriminazione, il bullismo e l'omofobia, in particolare nelle Scuole. Sensibilizzare e prevenire il fenomeno del bullismo omofobico favorisce una migliore convivenza degli adolescenti gay, lesbiche e trans, ed offre un'importante occasione di confronto per tutti gli studenti e gli insegnanti coinvolti.

Bye bye bulli proporrà infatti workshop e laboratori - finanziati grazie alla vendita delle creme Sua Bontà di Lush - nelle scuole italiane, da nord a sud, da Milano a Caltanissetta passando per Bologna, Firenze, Roma e Salerno.

Questa campagna/progetto è una sfida di solidarietà e speranza, che arricchirà non soltanto gli studenti dai 13 ai 19 anni coinvolti e i loro insegnanti, ma tutta la comunità del nostro Paese. Bologna, 8 novembre 2012

 

Torna su
BolognaToday è in caricamento