Calderara sempre più green: in arrivo nuovi alberi e siepi

Il sindaco: "Un percorso che consentirà la creazione di una barriera utile anche per mitigare l'impatto acustico, e migliorare dal punto di vista urbanistico l'inserimento paesaggistico dell'ingresso principale alla città"

L'area interessata dalla nuova piantumazione

Dopo la svolta  "plastic free" dell'ordinanza che dal primo ottobre vieta la plastica monouso nelle sagre e feste e nelle mense pubbliche, Il Comune di Calderara punta l'attenzione al verde. Attraverso un nuovo provvedimento, entro la fine dell'anno, tornerà verde una duna lunga 300 metri, alta 4,5 e larga 13 in via Pertini, alle porte della città, attualmente ricoperta di erba.

E il Comune spiega che a breve verranno piantati dalla società che si occuperà della realizzazione del progetto, 63 alberi di 5-6 metri di altezza (di 3 specie differenti), più 1790 arbusti di 13 specie. In un tempo piuttosto limitato, dunque , la duna riuscirà ad avere una barriera visiva, acustica e anti inquinamento, che risponderà alle esigenze dei cittadini.

Soddisfatto il sindaco Giampiero Falzone: "Avevamo annunciato nel nostro programma l'impegno di iniziare a rendere Calderara green con piantumazioni diffuse, per migliorare la qualità dell'aria. Iniziamo con questo progetto, accogliendo anche le richieste dei cittadini residenti fronte alla duna, un percorso che consentirà la creazione di una barriera utile anche per mitigare l'impatto acustico e migliorare dal punto di vista urbanistico l'inserimento paesaggistico dell'ingresso principale di Calderara".

Parallelamente alla realizzazione della barriera di verde, prenderà forma anche il restyling della porta di ingresso alla città, che diventerà un giardino pensile con ingresso alberato progettato dall'architetto Mario Cucinella.  "Questo è solo l'inizio di una serie di progetti in cantiere - sottolinea l'assessore all'Ambiente Clelia Bordenga - Verso la fine di novembre pianteremo in diverse aree di Calderara ulteriori 110 alberi e 165 tra siepi e arbusti, tutti di specie autoctone, coinvolgendo le associazioni, le famiglie e in particolare i bambini del territorio. Inoltre, in futuro interverremo in modo analogo anche su altre aree dislocate sul territorio comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento