Sondaggio: per i bolognesi l'auto del futuro è green, economica e sicura

Immaginano un'auto ecologica, a impatto zero, ma anche più economica e sicura

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Secondo il sondaggio Direct Line, il 55% dei bolognesi si immagina l'auto del futuro ecologica, completamente a impatto zero, mentre il 53% la vuole più economica e il 67% ritiene che la sicurezza sia un requisito indispensabile.

Senza volante, dal design accattivante e iper tecnologiche, così sembrano destinate a essere le automobili del futuro. Prototipi e progetti sempre più ambiziosi che vedranno la luce in un futuro prossimo, ma come la pensano i bolognesi quando si parla di auto del futuro e cosa sognano veramente?

Il Centro Studi e Documentazione di Direct Line - la più grande compagnia di assicurazione on line - ha chiesto agli automobilisti bolognesi come vorrebbero che fosse l'auto del domani. C'è chi la immagina come quella dei film di fantascienza, chi la vorrebbe super equipaggiata come quella dei supereroi e chi si accontenterebbe invece semplicemente di pagarla poco. Ma un desiderio mette d'accordo la maggior parte dei guidatori bolognesi: il 55% degli intervistati vorrebbe un'auto del futuro 100% ecologica. Complici forse i continui aumenti del costo del carburante negli ultimi anni e la diffusione di una coscienza ecologica sempre più pervasiva, i sogni dei bolognesi diventano green anche in fatto di auto. Sogni in linea con gli sforzi che il settore automobilistico sta attuando nell'ultimo periodo: sono sempre di più gli esempi di sperimentazione sulle alimentazioni alternative, come quelle a idrogeno.

Un punto di vista concreto e attento all'ambiente, con un occhio al portafoglio. La seconda caratteristica, che secondo il campione bolognese non potrà mancare alle vetture che verranno, è proprio l'economicità: il 53% si augura infatti che il futuro regali automobili più economiche di quelle odierne. Non mancano i sognatori: il 16% fantastica di volare con la propria vettura sul traffico cittadino, mentre il 13% vorrebbe una macchina in grado di individuare i posteggi liberi e parcheggiarsi da sola. Estremo l'11% che vorrebbe poter compattare la vettura durante la fastidiosa fase del parcheggio. A proposito di misure, il 2% degli intervistati le vorrebbe maxi, ossia capaci di trasportare fino a 10 persone.

Al di là di sogni e desideri, prerogativa imprescindibile dell'auto del futuro dovrà essere, per più della metà dei bolognesi (67%), la totale sicurezza. A conferma della volontà di mettersi alla guida di una vettura che garantisca stabilità, troviamo l'importanza di equipaggiamenti come un sistema frenante automatico per le situazioni di pericolo, desiderato dal 20% del campione, e il pilota automatico (che si aggiudica il 9% delle preferenze). Altre dotazioni di cui le macchine non dovrebbero fare a meno secondo i bolognesi sono la capacità di tenere sveglio l'autista e di disporre di un'elevatissima capacità di accelerazione, entrambe al 2%.

"Il sondaggio mostra quanto gli automobilisti bolognesi abbiano le idee chiare in fatto di auto - commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line - Tra l'ironia e le note di colore, i dati sottolineano come i bolognesi siano attenti ai temi ecologici, alla sicurezza e al risparmio. Probabilmente il tempo delle supercar è al tramonto e i sogni dei bolognesi si sono fatti decisamente più pratici e concreti. È importante infatti notare che più della metà degli intervistati individua proprio nella sicurezza la caratteristica imprescindibile di un'ipotetica auto ideale. Anche l'attenzione al green e all'ambiente riscuote un grande successo, a conferma della correttezza dei passi intrapresi dalla tecnologia automobilistica negli ultimi tempi."

Torna su
BolognaToday è in caricamento