Carta 'Smeraldo' per i rifiuti, inizia la sperimentazione

Distribuite migliaia di tessere al quartiere Savena, capofila nella prova della card elettronica

Foto: Comune Castel San Pietro Terme

E' inizita al distruibuzione nel quartiere Savena delle prime 2700 carte 'SMeraldo' le card elettroniche che serviranno per conferire i rifiuti indifferenziati nei cassonetti appositi.

Per ora le carte sono in distribuzione, mentre a giugno inizierà anche il posizionamento da parte di Hera dei contenitori con il lettore delle carte. La consegna, a cura di 50 tutor di Hera, è iniziata il 9 marzo e durerà fino a metà maggio. Nei primi dieci giorni di attività sono stati contattati complessivamente quasi 6.200 utenti.

A quelli ai quali non è stato possibile lasciare la carta, per mancanza del titolare o di delega compilata, è stato comunque consegnato il depliant che contiene le novità in arrivo sulla raccolta rifiuti e sono stati spiegati i nuovi servizi. In questi casi sono previsti due ulteriori passaggi, prima di lasciare la cartolina con le istruzioni per ritirare direttamente la Carta Smeraldo.

I tutor non entrano in casa e non richiedono soldi; si distinguono dalla pettorina gialla e dal cartellino con il logo Hera. Per verificare la loro autenticità si può chiamare il numero verde 800 991 304. Procede anche la visita dei tutor a tutte le scuole del Quartiere per accompagnarle a scegliere la migliore modalità per il conferimento dei rifiuti: 15 scuole su 30 hanno già ricevuto la visita di Hera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento