Ristoranti tipici a Bologna: la nuova guida del Gambero Rosso

Stilata la lista dei locali 'più tradizionali' sotto le Due Torri

Piatti della cucina tradizionale che ricordano leccornie e prelibatezza della 'nonna': pasta fatta in casa dove regnano incontrastati i tortellini in brodo e  tagliatelle al ragù, o secondi che riportano alla vecchia e grassa tavola bolognese. La nuova guida del Gambero Rosso stila la lista dei 'ristoranti tipici' a Bologna, consigliando anche cosa provare....scopriamola insieme!

Per il Gambero Rosso sono 15 le attività, tra ristoranti e trattorie, da non perdere assolutamente sotto le Due Torri: quali sono e perché:

  • Trattoria da me, in via san Felice 50:  attenta ricerca delle materie prime, tanta tradizione e qualche rivisitazione convincente: imperdibili i primi, soprattutto i tortellini in brodo e le tagliatelle al ragù, tra le migliori della città, ma non sono da meno i secondi. Da provare la cotoletta alla bolognese, mentre per dessert si può optare per un’ottima torta di riso. In abbinamento, vini del territorio e alcune birre artigianali.
  • Trattoria di Via Serra in via Serra 9b: atmosfera accogliente e l’ambiente rilassato fanno della trattoria uno spazio perfetto dove godersi un pranzo in famiglia o fra amici. Vini locali, tovaglie a quadri e piatti di sostanza: buona la gramigna con la salsiccia, gustosi i tortellini in brodo di cappone e squisita la zuppa inglese, per concludere al meglio il pasto.
  • All’Osteria Bottega in via Santa Caterina 51: una delle insegne migliori del capoluogo emiliano, gestita con amore da Daniele Minarelli, promotore della tradizione più profonda attraverso la ricerca di ingredienti d’eccezione e il recupero delle ricette del passato. Si comincia con taglieri di salumi e formaggi di prima scelta, per proseguire con i tortellini, le fettuccine al ragù e le tagliatelle con culatello e scalogno. Non mancano cotoletta e la torta di riso, preparata seguendo le indicazioni della mamma. In linea la proposta dei vini emiliani, e interessante la selezione di etichette romagnole
  • Vag in Ufezzi in via de' Coltelli: un menu che cambia di continuo, incentrato su piatti tradizionali che non passano mai di moda. Se passate di qui nel periodo giusto, non perdetevi i balanzoni, formato di pasta ispirato alla celebre maschera carnevalesca fatto con sfoglia verde agli spinaci farcita con tutti gli ingredienti a disposizione. E poi zuppe, primi robusti e saporiti e anche specialità di pesce come il polpo in guazzetto.
  • Grassilli in via del Luzzo 3: gettonato ristorante in pieno centro, non lontano dalle Due Torri, dove gustare piatti di carne, pasta fresca fatta in casa e anche ricette vegetariane o gluten free. L’indirizzo giusto per provare i passatelli in brodo, fra i piatti bolognesi per antonomasia, ma anche tagliatelle ai funghi o al ragù, oltre all’immancabile piatto di tortellini in brodo
  • Dal Bassianot in via Piella 16: un’insegna perfetta per un assaggio della vera cucina emiliana: si comincia con un antipasto ricco di salumi tipici, o un tortino di Parmigiano ai porcini, e si prosegue poi con i primi piatti della tradizione. Via libera quindi a lasagne verdi, tortelloni di ricotta con burro e salvia, passatelli asciutti serviti con culatello e porcini. Per secondo, specialità di carne realizzate ad hoc, come la cotoletta alla bolognese (da provare), la tartare e l’arrosto di coniglio.
  • l Cambio in via Stalingrado 150: uno dei locali più apprezzati dagli amanti della cucina tradizionale, che qui possono ordinare piatti bolognesi realizzati a regola d’arte. Trippa, lasagne (nella versione classica oppure verde), tortellini, ottime polpette di carne: il menu de Al Cambio è un inno ai sapori autentici, che vede nei primi piatti la sua massima espressione.
  • Le Golosità di Nonna Aurora in via Fioravanti 45: atmosfera familiare e conviviale, per una trattoria che propone il meglio della gastronomia locale. Piatti semplici e casalinghi di buona fattura, come i tortelloni ai quattro formaggi, i tortellini o le tagliatelle al ragù. Ottima la pasta fresca, ma buoni anche i secondi, dall’arrosto di vitello con patate al forno alle salsicce alla griglia.
  • Ristorante Cesarina in via Santo Stefano 19:  locale arredato con gusto dove fermarsi a scegliere tra le tante proposte della tradizione. Fra le specialità della casa, i tortellini, ma non deludono la tartare di carne, la cotoletta e le tagliatelle al ragù. Per antipasto, da non perdere salumi e formaggi del territorio, accompagnati dalle crescentine fritte. Buona anche la proposta di vini, con tanti richiami alla produzione locale.
  • Trattoria Bertozzi in via Andrea Costa 84: è una delle insegne più care ai bolognesi, rifugio dei buongustai in cerca di una tavola informale, buona, che profuma di casa. Uno di quei ristoranti che non riservano mai cattive sorprese, basato su una cucina solida e di stampo tradizionale. Dalla pasta fatta in casa – imbattibili le tagliatelle dalla sfoglia ruvida e callosa – ai secondi, ogni piatto è realizzato secondo i dettami della cucina bolognese, dolci inclusi.
  • Casa Merlò in via de' Gombruti: sono tanti piatti di pesce ben realizzati, ma anche tutte le ricette del repertorio bolognese, per un menu che cambia periodicamente, fatto di ingredienti freschi e di stagione. Vale la pena un assaggio delle tagliatelle e dei tortellini in brodo, ma lasciatevi tentare dai piatti del giorno: non rimarrete delusi.
  • Osteria del Cappello in via de' Fusari 9: lasagna verde, passatelli (nella versione asciutta, senza brodo e con tanto condimento), tortellini fatti a mano e tanti salumi di qualità: l’Osteria del Cappello è una garanzia per gli amanti della buona tavola, un ristorante che propone primi di livello e buoni secondi di carne. Si conclude con un’interessante offerta di dolci, il tutto accompagnato da vini italiani e regionali ben selezionati
  • Trattoria Serghei in via Piella 12: locale informale a conduzione familiare, con servizio cordiale e attento, che porta in tavola piatti simbolo della cucina locale. Dai tortellini alla gramigna con salsiccia, dalle tagliatelle al ragù ai lessi: qualsiasi scelta qui è azzeccata. Golosi i dolci casalinghi, semplici e saporiti, contenuta ma valida la carta dei vini.
  • Sfoglia Rina in via Catiglione 5:  Mangiar bene a buon prezzo è possibile? Sì, soprattutto se ci si reca da Sfoglia Rina, locale informale che propone un menu completo, gustoso e accessibile a tutti, fra pasta fresca e ricette casalinghe. Da provare le tagliatelle, i tortelli e i passatelli, da gustare in loco o da acquistare per casa. Altre sedi a Casalecchio di Reno e Zola Predosa.
  • Diana in via Volturno: tra i tavoli del ristorante non c’è il rischio di abusare del termine storico. Dal 1909 l’insegna tramanda la tradizione della cucina bolognese, opulenta, fatta in casa, sontuosa. Tra tortellini, lasagne e carrello dei bolliti, l’attività continua a confermarsi uno dei punti di riferimento per i buongustai della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

Torna su
BolognaToday è in caricamento