Sicurezza: come prevenire i furti in casa, la guida dell'Arma dei Carabinieri

Prestare attenzione ai dettagli, non utilizzare i social se si è in vacanza e avvisare sempre le autorità nel caso si noti qualcosa o qualcuno 'di strano' sono solo alcuni degli accorgimenti..

Le Forze dell'Ordine sono sempre presenti sul territorio, e in vista delle numerose partenze per le vacanze le città si svuotano: un periodo in cui malitenzionati potrebbero approfittare dell'assenza di persone in casa. Per questo, l'Arma dei Carabinieri ha realizzato un opuscolo dove spiega quali accorgimenti prendere per tutelare la propria abitazione o attività. 

Le porte

L’ingresso è importante: scegli con cura l’infisso dell’uscio di casa, se puoi installa una porta blindata munita di spioncino e fermaporta. Quando esci di casa assicurati che la porta dell’appartamento ed il portone del palazzo siano ben chiusi. Chiudi la porta con più mandate. L’installazione di un video citofono e telecamere a circuito chiuso sono un accorgimento utile. Installa dei dispositivi antifurto e collegali con il 112. Questo accorgimento è gratuito e può essere richiesto rivolgendosi alla Stazione Carabinieri più vicina dopo la compilazione di un semplice modulo che in pochi giorni, permetterà di collegare l’allarme al servizio di pronto intervento dei Carabinieri. Se l’antifurto è dotato di un tastierino numerico, fai attenzione che non sia visibile l’usura naturale sui numeri della combinazione segreta.

Chiavi e sarrature

Provvedi personalmente alla duplicazione delle chiavi o incarica una persona di fiducia. Evita di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, individuare l’appartamento. Qualora venissero perse cambia la serratura. Non lasciare le chiavi sotto il tappeto di casa o in posti esterni all’abitazione facilmente intuibili dai malfattori. Quando sei in casa, non lasciare la chiave nella toppa della serratura; i ladri potrebbero farla ruotare con calamite o altri strumenti.

Finestre

Se abiti al piano basso o in una casa indipendente, installa delle grate alle finestre o dei vetri antisfondamento.

Social network

In caso di iscrizione ad un social network, non divulgare sul tuo profilo dove andrai in vacanza e per quanto tempo rimarrai lontano da casa. Non postare foto che riproducano l’interno dell’abitazione e particolari (quadri, oggetti di valore) che rendano un obiettivo appetibile ai malfattori. www.carabinieri.it/cittadino/consigli

Cassetta della posta

Metti solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo degli inquilini (il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia) Evita che si accumuli troppa posta nella cassetta delle lettere; potrebbe essere il segno della prolungata assenza dei proprietari di casa.

Attenzione ai segni tracciati sui citofoni

 Illumina con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggilo con una grata o una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente. Non dire a chiunque se abiti da solo. Nella segreteria telefonica registra sempre al plurale. La forma più adeguata non è “siamo assenti” ma “in questo momento non possiamo rispondere”. Non dare informazioni specifiche sulla tua assenza. Considera che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti. Conserva con cura fotocopie di documenti d’identità e gli originali di tutti gli atti importanti. Se noti autovetture sospette muoversi nei pressi della tua abitazione, annotati il numero di targa e chiama subito il 112. Nei furti l’importanza della tempestività dell’intervento è fondamentale e quindi, al minimo sospetto, è necessario chiamare il 112 senza osservare i movimenti, gridare o tentare di mettere in fuga autonomamente i ladri. Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui sei dotato né della disponibilità di eventuali casseforti.

segni-2

Cosa fare in caso di furto

Se al rientro in casa scopri che c’è stato un tentativo di effrazione o un furto, e ti accorgi che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrare subito per vedere “cosa è successo”. All’interno dell’abitazione, potrebbe esserci qualcuno e potresti non essere in grado di affrontarlo. Meglio evitare che un semplice furto si trasformi in un fatto più grave. In questi casi, ti raccomandiamo di chiamare immediatamente i Carabinieri, componendo il numero di pronto intervento 112.  Non toccare nulla, potresti inquinare le prove.

Ulteriori consigli 

Vivere in una casa "tranquilla" rappresenta il desiderio di tutti ed alcuni semplici accorgimenti possono renderla maggiormente sicura. È necessario tener presente che i ladri in genere agiscono ove ritengono vi siano meno rischi di essere scoperti: ad esempio, un alloggio al momento vuoto.

Elementi utili da segnalare

Se tu trovi in difficoltà chiama il 112, ascolta l'operatore e racconta cosa è successo o cosa sta ancora accadendo, specificando con precisione il luogo del fatto, nome e cogmoe. Ascolta attentamente le indicazioni che fornisce l’operatore e non riattaccare il ricevitore finché lo stesso operatore non invita a farlo. Non isolarti, affinché, specialmente se vivete da soli, la vostra casa non si trasformi in una prigione, ma resti un luogo dove vivere in sicurezza e serenità. Se vi trovate in una situazione di emergenza, anche solo dubbia, non esitate a chiamare il 112, con la certezza di ottenere una risposta e qualche consiglio su ogni vostro problema riguardante la sicurezza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Incidente in via del Gomito, morto ciclista di 25 anni

  • Il figlio di Vasco Rossi oggi dice "sì": matrimonio a Crespellano per Lorenzo Rossi Sturani

Torna su
BolognaToday è in caricamento