Teatro Persiceto: non solo spettacoli, ma anche i fiori d'arancio

Il teatro risale alla metà del 1600. Oggi è anche location ideale per la celebrazione di matrimoni, meeting, congressi. Cosa c'è da sapere

Foto Comune Persiceto

Il Teatro comunale di Persiceto, in Piazza del Popolo, non ospita solo spettacoli, ma diventa anche location ideale per la celebrazione di matrimoni, meeting, congressi e altri eventi privati. L’interno del Teatro comunale, che mantiene intatta la sua suggestiva struttura settecentesca, raccoglie le programmazioni dei comuni di Persiceto, Crevalcore e Sant'Agata, oltre a spettacoli di prosa, teatro comico e dialettale, teatro per ragazzi, concerti e convegni. Conta 250 posti. 

Il Comune ha recentemente indetto un bando per la valorizzazione e promozione di questa struttura. Situato nel corpo dell’edificio del Palazzo comunale, il teatro risale alla prima metà del XVII secolo, anche se l’aspetto attuale è riconducibile al 1790, anno della sua inaugurazione in seguito alla realizzazione del progetto di Giuseppe Tubertini. 

Conosciamolo meglio, andiamo alla sua scoperta: 

1) ORIGINI. Dal 1624 al 1626 il Consiglio comunale cedette un'ampia sala situata all'interno del Municipio per spettacoli ai giovani dilettanti dell'Accademia dei Candidi Uniti. A metà del secolo, fu costruito un vero e proprio teatro. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Proiettile bulgaro in una cava: Igor potrebbe esser il killer del metronotte

    • Cronaca

      Fine lavori, ecco la nuova Piazza Aldrovandi: 'Dal 6 maggio iniziative culturali'

    • Politica

      Primarie Partito Democratico: urne aperte domenica 30 aprile

    • Sport

      Atalanta-Bologna 3-2 | L'orgoglio non basta, decide Caldara

    I più letti della settimana

    • Viaggi spirituali e santuari: 10 mete nel bolognese, mini-guida (prima parte)

    • Alla scoperta dei Musei universitari: la grande enciclopedia nel cuore della città

      Torna su
      BolognaToday è in caricamento