Meteo 13 dicembre: possibile gelicidio, neve e pioggia

Ci attende un Venerdì 13 Dicembre nuovamente perturbato sulla nostra regione. Sarà una giornata altamente dinamica dal punto di vista meteorologico. Il bollettino del Centro meteo Emilia Romagna

Il bollettino del Centro meteo Emilia Romagna per domani, Venerdì 13 Dicembre.

In un contesto molto nuvoloso o coperto su tutta la regione, le precipitazioni andranno a concentrarsi tra notte e mattino sui settori occidentali. Il contesto vedrà correnti più miti in quota dai quadranti meridionali, mentre aria più fredda permarrà negli strati inferiori.

Avremo da un lato la possibilità di neve fin sulle zone di pianura per quanto riguarda Piacentino, Parmense e Reggiano, mentre andando verso Sud(quindi verso colline ed Appennino), la situazione sarà molto più complessa.

Difatti, allo stato attuale delle cose, rimane la possibilità di gelicidio tra fascia collinare e del medio Appennino occidentale(PC-PR-RE). In poche parole, la presenza di temperature positive in quota non permette alla precipitazione di cadere sotto forma di fiocco di neve. Tuttavia incontrando temperature negative o prossime allo zero, la goccia d’acqua congela immediatamente al suolo.

Si tratta di un fenomeno pericoloso soprattutto per la viabilità (difatti sembra pioggia ma sulla strada si trova uno strato di ghiaccio spesso non percettibile alla vista).

Le zone a rischio gelicidio sono individuate con la colorazione rossa da questa mappa. Si precisa che “gelicidio” è un termine del vocabolario meteorologico e non un termine “inventato” (anche perché altrimenti non troverebbe posto su questo sito). La sua desinenza non ha alcun lato negativo (anche se qualcuno potrebbe pensarlo): la parola deriva dal latino “gelu”, ossia gelo+tema di “cadĕre”, riferendosi infatti alla caduta di pioggia che gela.

Neve oggi a Bologna e provincia: suggestivi panorami imbiancati | VIDEO

Instabilità in intensificazione nel pomeriggio

Nel corso del pomeriggio l’instabilità si intensificherà su tutta la regione, con precipitazioni in estensione ai settori orientali. Quota neve collocata sui 900-1000 m, con l’Appennino che potrà vedere accumuli medio-alti specie sul crinale. Rischio di temporali nevosi tra tardo mattino e pomeriggio sul crinale Reggiano e Modenese, nonché su quello Romagnolo.

Sulle pianure possibili episodi nevosi almeno fin sul Bolognese/Imolese, comunque irregolari e che non produrranno accumuli significativi. Prevalenza di pioggia o pioggia mista a neve sulla pianura Romagnola e la costa, così come sul Ferrarese orientale.

Neve oltre i 1200 m sull’Appennino Romagnolo.

Giornata ventosa e con mare molto mosso

Oltre alla pioggia, la neve ed il rischio gelicidio, un altro punto su cui porre attenzione è il vento, che risulterà forte dai quadranti meridionali sull’Appennino in mattinata e moderato/teso da Sud-Est lungo la costa. Mare che contestualmente vedrà un aumento del moto ondoso fino a molto mosso.

Nel pomeriggio rotazione da Nord-Ovest con raffiche moderate sulle pianure e forti sul mare, che diverrà sino ad agitato al largo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 29 marzo: contagi +736, altri 99 morti

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento