Meteo: nuova allerta per vento, pioggia e neve dalla Protezione civile dell'Emilia Romagna

Fase di attenzione di 48 ore, a partire dalle ore 13 odierne e fino alle ore 13 del prossimo venerdì

Nuova allerta meteo diramata dalla Protezione civile dell'Emilia Romagna per le prossime 48 ore, a causa di criticità dei corsi d'acqua, piogge-temporali, neve e vento forte. Saranno interessate, oltre la Pianura di Bologna, l'Alto del Lamone-Savio; la Pianura di Forli'-Ravenna; la Pianura di Ferrara; i bacini Secchia-Panaro; la Pianura di Modena-Reggio Emilia;i bacini Trebbia-Taro; la Pianura di Parma-Piacenza.
Il periodo di validità della 'fase di attenzione' è a partire dalle ore 13 di oggi, 4 marzo,  fino a venerdì 6 marzo alle ore 13.

SITUAZIONE. Il veloce approfondimento di un minimo depressionario - recita il bollettino diramato dalla protezione civile regionale -  sul Mediterraneo apporterà un marcato peggioramento delle condizioni meteorologiche sul nostro territorio regionale.Dalla serata di mercoledi 4 Marzo 2015, venti da NORD-EST interesseranno prevalentemente i rilievi e il settore costiero. In particolare, sui rilievi si prevedono valori di intensità del vento medio tra 35 e 50 nodi (65-93 km/h) e raffiche tra 45 e 70 nodi (83-130 km/h), con i valori massimi sui rilievi orientali; nelle zone pedemontane si prevedono valori di intensità del vento medio tra 25 e 45 nodi (46-83 km/h) e raffiche tra 35 e 60 nodi (65-111 km/h); nelle zone di pianura si prevedono valori di intensità del vento medio tra 20 e 40 nodi (37-74 km/h) e raffiche tra 30 e 55 nodi (56102 km/h).
Si prevedono precipitazioni abbondanti, soprattutto sul settore centro-orientale, con quantità stimate tra i 40 e i 60 mm complessivi in 24 ore. A partire dalla serata di mercoledì 4/3/2015, la quota neve, inizialmente attorno ai 1000 metri, si abbasserà rapidamente fino a raggiungere i 500-600 metri nella giornata di giovedì 5/03/2015; la presenza di precipitazioni nevose convettive potrà portare ad un ulteriore abbassamento della quota neve. Sui rilievi le precipitazioni nevose potranno essere abbondanti (tra 20 e 40 cm nelle 24 ore) e a carattere di rovescio.
Le precipitazioni sono previste in attenuazione dal pomeriggio di giovedì , con fenomeni residui sulla Romagna. Si prevede l'attenuazione dei venti e del moto ondoso solo dalla giornata di venerdì .

VENTO Possono verificarsi localmente cadute di rami e/o alberi, segnaletica stradale e pubblicitaria, danni alle strutture di pertinenza delle abitazioni (tettoie, pergolati, ecc..) e ad impianti o infrastrutture di tipo provvisorio (tensostrutture, installazioni per iniziative commerciali, sociali, culturali, strutture di cantiere, stabilimenti balneari, ecc..). Può risultare difficoltosa o localmente interrotta la circolazione stradale per la presenza di oggetti di varia natura trasportati dal vento e per particolari categorie di veicoli quali mezzi telonati, roulotte, autocaravan, autocarri o comunque mezzi di maggior volume. Possono verificarsi sospensione dei servizi di erogazione di fornitura elettrica e telefonica a seguito di danni delle linee aree.
NEVE: nelle zone interessate dai fenomeni nevosi possono risultare difficoltose le condizioni di circolazione sulla rete stradale ordinaria, secondaria ed autostradale. Possono verificarsi localizzate interruzioni dei servizi pubblici essenziali.
STATO DEL MARE: possono verificarsi mareggiate con fenomeni di erosione costiera e possibile interessamento degli stabilimenti balneari. Possono essere localmente sommersi i moli e le dighe foranee e risultare difficoltose le attività che si svolgono in mare ed il funzionamento delle infrastrutture portuali. Potranno verificarsi situazioni di particolare criticità nelle aree maggiormente interessate dopo l'evento del 5-6 febbraio 2015.
CRITICITÀ IDROGEOLOGICA: sono possibili fenomeni di erosione superficiale, smottamenti, piccole colate, localizzate cadute massi e/o attivazioni di frane di dimensioni maggiori. Potranno verificarsi conseguenti danni localizzati ad edifici e viabilità.
CRITICITÀ IDRAULICA: Nella pianura di Bologna si potranno verificare innalzamenti dei livelli idrometrici con possibili superamenti della soglia 1 e conseguenti fenomeni di allagamento localizzato per incapacità di smaltimento del reticolo idrografico secondario, localizzati e limitati danni alle opere di difesa spondale o alle attività antropiche presenti in alveo. Nelle aree urbane, sono possibili fenomeni di allagamento localizzato, per incapacità di smaltimento del reticolo idrografico secondario e urbano, che potranno interessare viabilità, sottopassi, canali tombati, scantinati e zone depresse in genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Furto nella notte: ricco bottino dei ladri nell'azienda in fallimento

Torna su
BolognaToday è in caricamento