"Investite nell'Alma Mater di Bologna"

Nella classifica mondiale 2013-2014 stilata da QS World University Rankings l'Università di Bologna è risultata la 188ª università del Mondo e la prima in Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Nella classifica mondiale 2013-2014 stilata da QS World University Rankings l'Università di Bologna è risultata la 188ª università del Mondo e la prima in Italia. Si tratta sicuramente di un risultato eccellente, merito di una combinazione sinergica (dal greco συνεργός, che significa "lavorare insieme") tra personale universitario e studenti.

Noi studenti (più di 80.000) siamo la vera matrice, il vero cuore pulsante di una Bologna non solo universitaria ma anche sociale ed economica, e in quanto tali dobbiamo essere tutelati in questo periodo di crisi economica e morale che vede purtroppo lo studio in secondo piano.

Nonostante questa difficile situazione, si puo' affermare a piena voce che "Bologna c'è!" e continuerà ad esserci fino a quando ci saremo noi "studenti del mondo",basti rammentare questi tre dati per mostrare il nostro primato in termini di convenienza economica:

  • Aumento delle tasse d'iscrizione pari a 0;
  • Incremento del 10% degli stanziamenti per il diritto allo studio;
  • Stanziamento di 530.000 € per la borsa di studio a studenti stranieri extra europei;

Convenienza economica non è sinonimo di servizi scarsi, ma un appello ai futuri studenti affinchè si possano iscrivere presso l'università di Bologna con la giusta tranquillità di un investimento sicuro e non eccessivo.

Parlando di servizi, ci può sempre essere un margine di miglioramento e quest'ultimo è direttamente proporzionale al numero di studenti, motivo per cui più siamo e meglio è; la certezza è che le competenze tecniche offerte dalla "madre nutrice" sono degne di una società futura competente, volta al miglioramento globale, e forte di una visione d'insieme,di aiuto reciproco e di fratellanza che può essere offerta solo da città che riassumono il mondo in termini di etnie e culture.

Il mio consiglio da studente fuori sede è quello di venire a studiare a Bologna, città accogliente che offre cultura, lavoro,sport (anche universitario) e socialità.

I più letti
Torna su
BolognaToday è in caricamento