Laurea ad honorem a Jean-Claude Trichet. Proteste e lettera al Rettore

Il 17 settembre il conferimento, ma le polemiche sono accese: "La sua politica ha salvaguardato solo i grandi finanzieri e non i paesi e le loro popolazioni"

L'università di Bologna conferirà la laurea ad honorem in Scienze Statistiche all'ex presidente Bce Jean-Claude Trichet il prossimo 17 settembre. Ma la decisione è stata contestata dalla Federazione Cub che ha inviato una lettera al Magnifico Rettore Ivano Dionigi chiedendo di non consegnare il riconoscimento. "Dall'affaire Credit Lyonnais, al governo della Bce, alla lettera firmata con Draghi e rivolta al governo italiano lo scorso anno, è evidente che la sua politica ha salvaguardato solo i grandi finanzieri e non i paesi e le loro popolazioni" é l'accusa rivolta da Antonella Zago (Cub).

"Le manovre varate dal governo italiano nell'ultimo anno coincidono perfettamente con quanto Trichet e Draghi avevano chiesto all'Italia con la lettera dell'agosto scorso" e "i risultati si possono definire devastanti". La preside della Facoltà di Statistica, Angela Montanari, contattata dall'ANSA - ha però ricordato che la decisione di conferire il riconoscimento è stata presa all'unanimità da Consiglio di presidenza e Consiglio di facoltà due anni fa, quando la crisi attuale non era ancora deflagrata nella sua virulenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tempi burocratici (Trichet è straniero, quindi oltre al vaglio del ministero dell'Istruzione serve anche quello degli Esteri) hanno fatto sì che solo a primavera arrivassero tutti i sì, quindi la cerimonia è stata organizzata per settembre. La motivazione poi "é prevalentemente scientifica, anche se per un personaggio come Trichet è difficile distinguere il suo contributo scientifico da quello operativo" ha aggiunto. Il riconoscimento arriva per la sua "applicazione di un modello economico che parte strettamente dai dati". La crisi non è colpa di Trichet, ha aggiunto, sottolineando che tra i risultati che ha raggiunto la sua politica economica c'é anche "la difesa del potere d'acquisto, la protezione data all'euro dall'inflazione, che sono serviti anche a salvaguardare anche il lavoro".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus: autocertificazione, ecco il nuovo modello. Scaricalo qui

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento