Aperte le serrande della “Bottega Civica” di Amelia Frascaroli

"Con Amelia per Bologna, con Vendola" ha dato il via agli incontri con i cittadini con l'inaugurazione della sua "Bottega" al Mercato delle Erbe. In primo piano il referendum sul finanziamento alle scuole paritarie

Inaugurata con una macedonia per tutti la “Bottega civica” al mercato delle Erbe di via Ugo Bassi, la sede della lista elettorale, di Amelia Frascaroli. La terza bottega a destra è diventata un punto di incontro per tutti coloro che vorranno saperne di più sui candidati al Consiglio comunale e sulle loro proposte per la città, un luogo in cui il confronto sarà sempre aperto.

Un vero e proprio “negozio” all’interno di quello che è da sempre un luogo di incontro delle persone e di scambio delle idee, simbolo di candidati che vogliono stare in mezzo alla gente e ascoltare la città. Alla “Bottega civica” sarà possibile anche fare bookcrossing, ovvero seminare libri da condividere con tutti: “E’ come dire: leggete durante la campagna elettorale – spiega la Frascaroli – perché la nostra campagna sarà basata sui contenuti e non semplicemente sull’autopromozione”.

Da ieri sono partite anche le “Domeniche dei candidati” e per Amelia Frascaroli il confronto aperto con i cittadini si è confermato un momento critico per riflettere sulla città e sulla promozione della lista che appoggia Merola: “Apriremo le nostre case a incontri fra amici con il progetto Di Casa In Casa – spiega – ma ci faremo conoscere anche in piazza, per discutere sul tema del sociale, dell’accoglienza e della sicurezza. Abbiamo inoltre organizzato per domenica prossima una serata dedicata alle donne artiste di Bologna, alla Linea, a partire dalle 20”.


La Frascaroli definisce inoltre “necessario e doveroso” il referendum sul finanziamento alle scuole paritarie e auspica che “la consultazione dei cittadini avvenga nei tempi previsti dallo statuto comunale”. Il Comitato Articolo 33, promotore del referendum consultivo sul finanziamento alle scuole paritarie, ha reso noto che il comitato dei garanti del Comune di Bologna, cui è demandato il giudizio di ammissibilità del quesito referendario, esprimerà la sua valutazione tra pochi giorni.
 
Come lista civica "Con Amelia per Bologna con Vendola" e “nel rispetto dei ruoli istituzionali del garante riteniamo che, su un tema di grande rilevanza sociale e culturale, la consultazione dei cittadini sia necessaria e doverosa e auspichiamo che avvenga nei tempi previsti dallo statuto del Comune di Bologna”, fa sapere Amelia Frascaroli.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

  • 130 kg di droga sequestrati, raffica di arresti: base logistica a Castel Maggiore

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Corticella: perde conoscenza sul bus 27, poi gli insulti e le minacce

Torna su
BolognaToday è in caricamento