Scritte contro Sap e Salvini all'Antoniano: il deputato Tonelli sporge denuncia per minacce di morte

"Nessuna solidarietà né in pubblico né in privato. Questo è lo specchio della miseria della vita pubblica italiana"

"Ho presentato una denuncia per le minacce di morte ricevute. Siamo stati criticati e abbiamo ricevuto pressioni per modificare il cliché consolidato della nostra manifestazione, ma non abbiamo ricevuto solidarietà né in pubblico né in privato per quelle minacce. Questo è lo specchio della miseria della vita pubblica italiana dove il cinismo e l'interesse di bottega sovrastano in modo incontrastato qualsiasi principio di solidarietà umana, civile e di carità cristiana". Lo dihchiara ad Adnkronos Gianni Tonelli, deputato leghista e segretario generale aggiunto del Sap - Sindacato Autonomo di Polizia.

'Tonelli servo assassino', 'Sap Boia Cucchi vive', 'Salvini boia', 'Aldro vive Seppelliamo il Sap', 'Sap boia Cucchi vive': queste alcune delle scritte comparse sui muri dell'Antoniano che, come riferisce Tonelli, "abbiamo subito ripulito".

VIDEO| Matteo Salvini acclamato alla 'Befana del poliziotto'

La presenza del leader della Lega Matteo Salvini alla 'Befana del poliziotto', la manifestazione organizzata dal sindacato all'Antoniano di Bologna, a pochi giorni dalle elezioni regionali, aveva scatenato polemiche e proteste, poi nella notte le scritte erano apparse sul muro di via Guinizelli. 

"Siamo stati criticati e attaccati, abbiamo ricevuto pressioni per modificare un nostro cliché consolidato", attacca Tonelli "abbiamo sempre rivendicato la possibilità di essere aperti alla società civile, al mondo delle istituzioni e politico - osserva - rispettiamo la scelta di coloro che decidono di non accettare il nostro invito, ma va rispettata la libertà di accettarlo e di venire alla festa dei bambini per mostrare solidarietà agli operatori in divisa e alle loro famiglie". Tonelli spiega che le polemiche "sono iniziate fin da quando Salvini ha annunciato la sua presenza alla nostra manifestazione, ma all'Antoniano di Bologna c'erano 1200 persone, tra loro anche l'assessore comunale del Pd Irene Priolo e il capogruppo del Pd Mazzanti, storico habitué della Befana del poliziotto: tutti sono stati accolti con grande affetto, come Salvini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento