Pianoro: "Più collegamenti, nuova caserma per i vigili del fuoco e cambio metodo raccolta rifiuti"

Il primo cittadino Franca Filippini: "Amo il mio territorio, e sono tantissimi i progetti i cantiere"

Franca Filippini, eletta nell'ultima tornata elettorale ed ex braccio destro dell'ex sindaco Gabriele Minghetti, si è già rimboccata le maniche per portare 'a casa' importanti progetti: alcuni avviati nel corso della precedente amministrazione comunale, e altri in cantiere. Dopo i primi mesi di mandato, l'abbiamo incontrata per capire quali novità ci sono per Pianoro.

Filippini, progetti a breve e a lungo termine?

"In questi primi mesi stiamo cercando di fare il possibile per terminare le cose che sono partire con l'ex sindaco Gabriele Minghetti, visto che durante il suo ultimo mandato ero la vicesindaco. In primis c'è la pista ciclopedonale, che collegherà Rastignano, dal  Ponte delle Oche, alla stazione ferroviaria di Pianoro, lungo il Savena. I lavori infatti, per una serie di problemi tecnici sono stati rallentati, ma entro  la prossima primavera vogliamo completare  tutti gli interventi.

Non solo, è importante sottolineare che è stato già approvato dal consiglio comunale, con una variazione di bilancio e  in accordo con Tper, una nuova corsa serale pensata per i giovani. Parliamo del prolungamento dell’ultima corsa del 13/A  che arriva a Carteria il sabato sera, domenica sera e giorni festivi, partendo da Bologna, e che dal 16 settembre proseguirà fino al capolinea di Pianoro Vecchio. Non solo, è previsto anche un potenziamento della linea 126 che parte da San lazzaro, alle 16:20 in via Rimembranze, e che arriva a Botteghino di Zocca, pensato per agevolare tutti gli studenti

Un altro progetto di fondamentale importanza è la nuova caserma dei vigili del fuoco. Da tempo il corpo chiedeva spazi più idonei, e se non ci fossimo attivati in tempo avremmo rischiato di perdere questo importantissimo presidio sul territorio. Possiamo ufficialmente dire che proseguiranno i lavori per la realizzazione di una nuova caserma peri caschi rossi nella zona industriale, precisamente in località Piastrella.  Questo progetto era stato già approvato in consiglio comunale lo scorso aprile all'unanimità con il sindaco Grabiele Minghetti, e a settembre andremo in consiglio per la variante al Rue. Aggiungo che in questo territorio abbiamo tantissimi parchi, e l'obiettivo è quello di realizzare aree gioco a tema, anche per bambini diversamente abili".

Nodo di Rastignano. Ad oggi a che punto siamo?

"Spero finalmente di iniziare a vedere qualcosa di terminato. Il 31 agosto sarà inaugurata la Bretella del Dazio,  e già ci sono le prime polemiche. Ci sono cittadini che volevano una rotonda e invece ci sarà un semaforo, ma questo taglio del nastro è la realizzazione di un primo pezzo che aiuterà molto chi vive sulla via Toscana. E' un passo in avanti dopo anni, ed entro il 31/12 dovrebbe finire il primo stralcio e arrivare in via Madre Teresa di Calcutta. Solo dopo si potrà partire con il secondo stralcio del progetto, anche per liberare Rastignano dal traffico. Spero che entro la fine del mio mandato venga sbrogliato il nodo, perché ci sono le possibilità, e l'assessore regionale Raffaele Donini ci ha rassicurato"

Il suo è un Comune solo dove in due zone c'è il porta a porta, e questo genera  lamentele...

Pianoro si estende su 107 chilometri quadrati e la raccolta dei rifiuti è stata sempre pensata in base a questo. Il porta a porta per tutti sarebbe stata troppo dispersiva, e per questo abbiamo piccole isole ecologiche sparse con cassonetti, e il porta a porta è solo al confine con San Lazzaro e Sasso. Adesso però cambierà tutto, perché come amministrazione abbiamo deciso di andare verso il sistema di raccolta E-Gate, cioè cassonetti con la tesserina, per una tariffazione più puntuale".

Alcuni cittadini puntano il dito contro lo stato in cui riverano strade cittadine...

"Come amministrazione stiamo pensando di ridare un nuovo aspetto alla città. Ad esempio lungo il viale di accesso a Pianoro ci sono dei pini marittimi, e dobbiamo iniziare a progettare a una loro sostituzione prima che questi creino seri dei anni. Nel 2020 partiremo con una manifestazione di interesse per vedere di cambiare le alberature, mettendo a posto tutta la strada, così come Piazza di Martiti. E' un grande progetto di rigenerazione urbana".

Pianoro è tra i Comuni dove incombe il peso del dissesto idrogeologico. Quali sono le azioni da mettere in campo?

"Parliamo di un Comune di 107 chilometri, con non poche problematiche. Il dissesto idrogeologico è uno di queste, ad esempio abbiamo una frana sul Monte delle Formiche su un terreno privato, e dobbiamo risolvere questa situazione quanto prima. Come i sindaci dell'Appennino dobbiamo fare i conti con questo problema, e studiare insieme le migliori soluzioni da mettere in campo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rissa dopo Bologna - Milan: tifoso accoltellato, è grave

Torna su
BolognaToday è in caricamento