DL sicurezza, Merola: "Se non cambia chiamo a raccolta Comuni, associazioni e volontariato"

"Mettiamo in fila le cose: niente soldi per i Comuni per l'accoglienza diffusa dei migranti . Ci saranno grandi centri dove concentrare le persone con meno fondi per vitto e alloggio"

Approvato in Senato il Decreto Sicurezza con 163 sì e 59 no: il sindaco Virginio Merola non ci sta e scrive sui social: "Se il testo non cambia chiamerò a raccolta Comuni, associazioni e volontariato: un altro modo è gia' possibile".

"Mettiamo in fila le cose: niente soldi per i Comuni per l'accoglienza diffusa dei migranti (tre ogni 1.000 abitanti secondo il sistema Sprar). Ci saranno grandi centri dove concentrare le persone con meno fondi per vitto e alloggio", continua il sindaco.

E i migranti "cosa faranno per mesi e mesi? Usciranno per le citta'- sottolinea Merola- e i Comuni si arrangeranno con i servizi sociali e sanitari. E la chiamano sicurezza. Il decreto non prevede il parere dei Comuni su dove insediare i centri: sappiano che il mio sara' contrario".

(Dire) 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Furto a Persiceto: sorprende ladro in casa, uomo accoltellato

  • Cronaca

    Giornalisti in presidio: "Sciacalli e putt..? Non solo insulti, ma un modo per intimidire"

  • Cronaca

    Abusa per anni della figliastra: condannato patrigno-orco

  • Cronaca

    Via Petroni, ancora stretta sugli orari: per un mese si chiude prima

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: fuggono dai Carabinieri e si schiantano. Morti 2 ragazzi

  • In fiera il salone delle macchine agricole: cala il fatturato del “made in Italy”

  • Incidente San Giorgio di Piano: chi sono le vittime

  • Incidente moto - furgone: Porrettana chiusa al traffico, centauro gravissimo

  • Furto a Persiceto: sorprende ladro in casa, uomo accoltellato

  • Incidente a San Giovanni Persiceto: scontro tra camion, morto un 55enne

Torna su
BolognaToday è in caricamento