Tribuna politica: l’appello al voto a poche ore dal silenzio elettorale

Ospiti della Tribuna Elettorale del Tg3 i nove candidati alla poltrona di Palazzo d'Accursio hanno utilizzato il minuto a disposizione per convincere i cittadini e indirizzarli per l'eventuale ballottaggio

Andata in onda su Rai 3 alle 15 (registrata questa mattina) la tribuna elettorale televisiva ha dato la parola ai nove candidati sindaci a poche ore dal silenzio elettorale. In ordine sorteggiato, si sono espressi su temi legati ai trasporti e alle infrastrutture, alla sicurezza e alle risorse economiche, ma soprattutto hanno fatto il loro ultimo appello agli elettori e ipotizzato il ballottaggio.

Parte Massimo Bugani: “Venite a conoscerci, fate ancora in tempo! In caso di ballottaggio faremo domande ai candidati, pubblicheremo le risposte sui nostri mezzi on-line e daremo suggerimenti su chi scegliere o se decidere di non votare”.  E’ il turno poi del candidato del centrosinistra Virginio Merola che dice: “I cittadini bolognesi sono di sana costituzione e andranno a votare. Lo faranno anche per andare contro a questo Governo. Ci sono tutte le condizioni per ripartire lavorando insieme. Bologna non è in vendita, il futuro e nelle nostre mani”.

Ci sono almeno due buoni motivi per votare Bernardini – dice Manes – il primo è il bel programma elettorale, che ha riscosso grande successo, il secondo è che non possiamo consegnare Bologna a chi l’ha amministrata fino ad ora . E’ il momento della pagella: bocciamo chi l’ha ridotta cosi”. Anche Michele Terra, candidato per il Partito Comunista dei Lavoratori, critica Virginio Merola: “Quelli che da sinistra pensano di votare  Merola rischiano poi ritrovarsi  nuovi tagli e nuove grandi opere perdendo però questa volta il diritto di lamentarsi”.

Stefano Aldrovandi sprona gli elettori a scegliere un sindaco e non un partito, ma in risposta Elisabetta Avanzi, di FN, dice: “Il Terzo Polo si nasconde dietro a una finta lista civica. Forza Nuova conosce bene i problemi dei cittadini e sarà un voto sprecato quello indirizzato a chi non ha saputo amministrarci”.
Anna Montella: “Il voto utile non esiste, l’unica destra presente oggi a Bologna è la nostra, l’unica vicina ai rappresentati nazionali e al centro destra, che ha continuità con AN, che non c’è più. Al ballottaggio saremo vicini a chi rispetta i nostri valori.

La lista civica della città è Bologna Capitale – spiega Daniele Corticelli - Mi rivolgo a chi vuole rinnovare. Libertà e autonomia dai partiti. Merola e il Pd hanno perso credibilità in maniera irrimediabile, mettete la croce sul futuro, mettetela su Bologna Capitale”. Corretto il candidato per la Lista Nettuno, che non attacca nessuno e si limita a chiedere ai cittadini di esercitare il diritto al voto: “Molti non sanno se andranno a votare. Votate! Votate per chi volete, ma votate: è un privilegio poetr scegleire fra 9 candidati e non è accettabile sentire che non si sa a chi dare la propria preferenza”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

  • Incidente a Monte San Pietro, malore alla guida: automobilista si schianta e muore

Torna su
BolognaToday è in caricamento