Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Di Maio in piazza Galvani: "Votate Benini e M5S, non c'è solo vittoria"

L'ormai ex capo politico del Movimento 5 Stelle a Bologna per la chiusura della campagna elettorale

 

Se la piazza poco affollata di Bologna non scalda il comizio finale del M5s, Luigi Di Maio si prende la rivincita quando scende dal palco e viene attorniato dai sostenitori che si accalcano per un selfie o una stretta di mano, prima che il capo politico dimissionario raggiunga l'auto e lasci piazza Galvani.

SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

Sul palco Di Maio (senza cravatta) prova a dare la carica al popolo del M5s emiliano-romagnolo, che punta sul candidato presidente Simone Benini ma con pronostici che non fanno presagire un risultato lusinghiero. "Non ci si può presentare o correre solo se si vince, si portano avanti gli ideali e gli obiettivi e chi entra deve lavorare il più possibile per migliorare le condizioni del territorio e dei cittadini", afferma il ministro.

"C'è tanto bisogno di opposizione in questo Paese, che stimoli il Governo a fare bene e stimoli la maggioranza in un Consiglio regionale o comunale". Il M5s "esisterà e sarà sempre più forte finché ci sarà la caparbietà delle persone alle mie spalle e di voi in piazza stasera", aggiunge di Mario riferendosi ai candidati sul palco e ai sostenitori.

"Votare per il M5s e per Benini significa portare in Consiglio regionale una grande esperienza", afferma il ministro, citando le "battaglie" del candidato presidente come consigliere comunale a Forlì.

"Noi solo una cosa sappiamo fare: realizzare il programma", afferma poi Di Maio tra gli applausi. "Auguro a Simone il meglio, perché ha avuto un grande coraggio contro tutte e tutti e ha portato avanti questa campagna", conclude il ministro.

Poi, nella calca di fine comizio, Di Maio non risponde ai cronisti che gli chiedono un parere sulla possibilità per gli elettori emiliano-romagnoli di esercitare il voto disgiunto, evocata più volte da una parte del M5s.

Taglio parlamentari

"Qualcuno si sta preparando a fare una cosa", perché "se ci sono le elezioni politiche il referendum non si celebra e quindi il taglio dei parlamentari non entra vigore. Sicuramente nelle prossime settimane e mesi faranno di tutto per andare votare prima e quindi incassare un numero di parlamentari maggiore rispetto a quelli che vogliamo tagliare, è lo stesso motivo per cui è caduto il Governo ad agosto, perché non si voleva fare l'ultima approvazione del taglio dei parlamentari".

"A maggio arriverà il referendum, vinciamolo e chiudiamo una volta per tutti l'epoca in cui la politica vi prende giro dicendo che vuole chiedervi un parere", aggiunge il ministro pentastellato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento