Regionali, il 'no-tram' Alessio Carbone candidato nella civica in appoggio a Lucia Borgonzoni

Merola: "Un comitato civico, dovrebbe rappresentare le preoccupazioni dei cittadini, interessati a dei posti in Consiglio regionale"

Foto FB

Alessio Carbone candidato nella lista civica in appoggio a Lucia Borgonzoni alle elezioni regionali del 26 gennaio.

"E' una civica vera, dove i cittadini stanchi dei soprusi e di non essere ascoltati possono mettersi in campo, ma non per questo abbiamo tessere di partito in tasca" dichiara il comitato 'Attacchiamoci al tram', contrario alla realizzazione dell'opera. "Alessio all'epoca lavorava in un locale proprio sotto al ponte dove è scoppiata l'autocisterna (il 6 agosto 2018 - ndr) con il suo coraggio ha salvato diverse persone, riportando,però, danni fisici permanenti". 

Il sindaco Virginio Merola ha evidenziato "il fatto che un cosiddetto comitato civico, che dovrebbe rappresentare le preoccupazioni dei cittadini, si sta trasformando in una lista a sostegno di una lista di destra". E ha accusato i no tram di aver "deciso apertamente di dimostrare quello che sono, e cioè interessati a dei posti in Consiglio regionale".

Forza Italia presenta il quesito per referendum sul tram 

I l comitato invita anche Merola a "guardare in casa propria", affermando che il sindaco "non dice nulla sulla maggioranza di altre finte liste civiche del suo partito, composte da tesserati Pd come Errani (Vasco, che in realtà non fa più parte del Pd, ndr) e tanti altri". Dunque, mandano a dire da 'Attacchiamoci al tram', "non abbiamo gettato nessuna maschera, siamo un comitato civico e saremo sempre al servizio dei cittadini, senza tessere e legami di partito".

Non vale neanche, secondo il comitato, l'accusa di "aver diffuso notizie false", visto che "ogni nostra notizia è supportata da fatti e prove", a differenza di quelle del Comune "che non scendono mai nel merito". Per 'Attacchiamoci al tram', inoltre, il sindaco mente anche quando dice di aver ascoltato tantissime persone e comitati nei suoi otto anni di mandato. Infatti, attacca il comitato, "con noi non ha mai parlato, anzi ha dichiarato che la sua porta rimarrà chiusa", mentre "stranamente ha ricevuto subito il comitato contro l'aeroporto, un'opera già esistente: forse lo ha fatto perchè loro avevano bandiere del suo partito, per la precisione il suo, a differenza nostra che porteremo sempre e solo la bandiera del comitato". Ma "un sindaco- scrive il comitato- deve ricevere tutti, indipendentemente dal colore politico: questa si chiama democrazia, ma evidentemente per Merola tutti i comitati sono uguali, ma qualcuno è più uguale di altri, parafrasando Orwell". Non manca poi un nuovo invito al primo cittadino ad "indire un referendum per ascoltare i cittadini, se è cosi' sicuro della bontà del progetto", e a "non minacciare i cittadini, visto che ad oggi nessuna delle diffide" annunciate dal Comune per gli insulti sulla pagina Facebook di 'Attacchiamoci al tram' "è mai arrivata". (dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Via de Carolis: esalazioni sulle scale, palazzina evacuata e dieci intossicati

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento